menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltella il nipote nella piazza del mercato: resta in carcere

Il gup del tribunale di Udine Vernì ha convalidato l'arresto per un 50 enne marocchino che all'alba di giovedì ha ferito il parente nella piazza centrale di Artegna

Ha accoltellato il nipote al mercato, mentre stavano allestendo le bancarelle: per questo motivo, A.R., 50 enne marocchino residente a Paularo, deve restare in carcere. La decisione è stata presa dal gup del tribunale di Udine, Paolo Alessio Vernì, che ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere come chiesto dal pm Viviana Del Tedesco. Il fatto risale all'alba di giovedì mattina, e si è verificato nella piazza centrale di Artegna.

Il marocchino, che si è avvalso della facoltà di non rispondere, è accusato di tentato omicidio o, in alternativa, di lesioni personali gravi e porto di coltello. La ricostruzione dei fatti non è ancora molto chiara. Il nipote, 32 anni residente a Raveo, si è visto recidere i tendini del braccio destro e ha perso la funzionalità di due dita di una mano. Il giovane è stato sottoposto a intervento chirurgico in ospedale a Tolmezzo e non è stato ancora in grado di fornire la sua versione dell'accaduto. In ogni caso, visti i precedenti dissapori tra i due e l'arma utilizzata, un coltello arabo di fabbricazione artigianale lungo 50 centimetri, di cui 33 di lama, il giudice ha ritenuto sussistente il pericolo di reiterazione del reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento