"E-state in Italia", ecco i 20 luoghi da visitare in Friuli Venezia Giulia

L’iniziativa di promozione gratuita, lanciata dall’Unsic con alcuni partner, raggiungerà oltre 900mila italiani

“E-state in Italia”: è l'iniziativa che l’Unsic, associazione di rappresentanza datoriale, lancia a partire dal 21 giugno, giorno di partenza della bella stagione. “E-state in Italia” ha lo scopo di raggiungere prima di tutto i 900mila utenti dei suoi tremila uffici territoriali sparsi in tutte le regioni italiane, tra cui 2.100 caf, 600 patronati (di cui 15 all’estero) e 103 caa.

Mamone

“Mai come quest’anno abbiamo l’opportunità, spesso la necessità, di scoprire o riscoprire il nostro illimitato patrimonio artistico e naturale, nel contempo sostenendo un settore vitale non solo per la nostra economia, ma anche per la nostra vita sociale – spiega Domenico Mamone, presidente dell’Unsic –. Da questa premessa nasce la nostra iniziativa che vuole contribuire fattivamente a preservare un comparto, quale quello turistico, che rappresenta il 13 per cento del Pil e il 6 per cento dell’occupazione nazionale”. Puntare sulle nostre città d’arte quindi, anziché oltrepassare il confine in cerca di un’offerta certamente meno ricca e differenziata. Per questo l’Unsic ha predisposto una directory nel suo portale, con la selezione di oltre 650 località italiane, 20 di base per ogni regione più tutti i capoluoghi di provincia e le 55 località preservate dall’Unesco. “Nel preparare questa iniziativa abbiamo avuto conferma del patrimonio davvero sorprendente, multiforme e talvolta poco valorizzato del nostro Paese – continua Mamone –. Per questo, oltre alle località più note, abbiamo individuato ‘perle’ davvero soprendenti. Garantendo analogo spazio a tutte le regioni, proprio per sostenere anche quelle meno incluse nei flussi turistici”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'elenco

Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, oltre ai quattro capoluoghi di provincia, la scelta è ricaduta su Aquileia, Cervignano con il castello di Strassoldo, Cividale con l’area della Gastaldaga longobarda, Codroipo con Villa Manin, Duino e il borgo marinaro, Forni Avoltri e le Alpi Carniche, Forni di Sopra con le Dolomiti, Gradisca, Grado, Lignano Sabbiadoro, la città fortezza di Palmanova, Polcenigo con le sorgenti del Livenza e la Santissima, Ravascletto e la Carnia, Sappada e le Dolomiti, Sauris e le Alpi Carniche, Spilimbergo città del mosaico, Tarvisio con il santuario del Monte Lussari, Tolmezzo, Valvasone e Venzone con il i loro borghi fortificati.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento