Polizia Locale e Covid 19: oltre 12 mila le persone controllate, in campo con i droni all'Ex Cavarzerani

L'assessore alla Sicurezza Ciani annuncia la costituzione dell'unità cinofila della Locale

L'emergenza Covid 19, il rispetto delle regole per il contenimento del virus durante il lockdown e ancora l'emergenza Cavarzerani e l'arrivo e la gestione dei migranti minori. Sono solo alcuni dei fatti che la Polizia Locale di Udine ha dovuto fronteggiare negli ultimi mesi. Un anno non facile che però ha portato anche al raggiungimento di alcuni traguardi positivi come l' aumento del numero degli agenti della Locale il cui organico si è arricchito di 13 nuovi operatori; l'utilizzo dei droni, l'arrivo di una nuova auto e l'annuncio da parte dell'assessore alla Sicurezza del Comune di Udine Ciani, avvenuto stamane in occasione del 154esimo anno di fondazione, della costituzione di una unità cinofila all'interno della Locale.

I migranti

L'emergenza profughi, che ha interessato in particolare l'ex caserma Cavarzerani, ha visto l'impiego, su tre turni, di 210 pattuglie per far fronte alle esigenze di pubblica sicurezza e di 18 pattuglie per il controllo dall'alto con i droni, per un totale di 456 operatori impegnati e 2.574 ore dedicate a questa delicata problematica. Il personale della Locale ha gestito anche le problematiche relative ai minori stranieri non accompagnati, con presenze quasi triplicate rispetto all'anno precedente, 130 i ragazzini arrivati a Udine. 

Il lockdown 

Durante il periodo di lockdown, il Corpo di Polizia Locale ha controllato 12.000 persone, sanzionandone circa 300 e denunciandone una cinquantina, mentre più di 4.000 sono stati i controlli sugli esercizi pubblici e commerciali con la chiusura di 4 attività. "Abbiamo sempre operato con coscienza - ha spiegato il comandante Eros Del Longoconsapevoli del disagio vissuto dai cittadini, andando a volte anche oltre le nostre competenze, muniti dei necessari dispositivi di protezione che il Servizio Prevenzione e protezione del Comune ci ha sempre fornito, consentendo di intervenire con le dovute protezioni e precauzioni. Comunque non ci siamo mai tirati indietro perchè come dice un vecchio adagio: “Scappando da un problema aumenti soltanto la distanza dalla soluzione”. 

Il futuro

Sono diversi i progetti in cantiere su cui l'Amministrazione Comunale sta lavorando per incrementare l'operato della Locale dalla realizzazione della cella di sicurezza alla creazione dell'Unità cinofila, rimaste in standby a causa del Coronavirus; dal ripristino della Zona a traffico limitata controllata dalle telecamere poste ai varchi d'ingresso fino alla completa pedonalizzazione del centro storico". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento