Sicurezza

L'inquinamento è anche dentro le nostre case, ecco cosa inquina e come limitarlo

Cattive abitudini, utilizzo di prodotti nocivi o usati scorrettamente, mancate manutenzioni possono creare degli ambienti inquinati dentro le mura domestiche quando pensiamo, invece, di essere al sicuro.

Quando sentiamo parlare di inquinamento, le prime associazioni mentali che ci vengono in testa sono smog, onde elettromagnetiche, le piogge acide. Magari anche i cumuli di plastica abbandonati sui litorali delle nostre spiagge. Mai, o quasi mai, pensiamo all'inquinamento all'interno delle nostre case. Già, sembra impossibile, eppure l'inquinamento non è un problema che riguarda solo l'esterno, ma anche l'interno delle nostre pareti domestiche.

A meno che di pulizie di casa non ne vogliate proprio sapere, quante volte ci è capitato di respirare i profumi di un prodotto per la casa? E non è il solo. Molto più spesso di quanto pensiamo, infatti, ci troviamo a inalare monossido di carbonio, formaldeide e biossido di azoto, sostanze tossiche che mettono in pericolo la qualità dell'aria all'interno dell'abitazione.

Conoscere quindi le cause dell'inquinamento e scoprire come migliorare l'ambiente indoor è fondamentale per metterci al sicuro da possibili malattie e vivere in un ambiente sano per tutta la famiglia. Vediamo alcuni consigli

I consigli per una casa sana: la pulizia della casa

Come abbiamo già accennato prima, se da un lato è fondamentale un'igiene approfondita della casa per eliminare insieme con lo sporco anche germi e batteri, dall'altro va prestata molta attenzione ai detergenti utilizzati e a come vengono usati. Molti di questi, infatti, contengono tra i componenti benzene e formaldeide, sostanze chimiche tossiche che si diffondono velocemente nell'aria e causano infiammazioni agli occhi, alle vie respiratorie, o, in alcuni casi, anche problemi più gravi. Occhio quindi alla scelta del prodotto da acquistare e, buona regola per ogni acquisto, leggere attentamente le etichette e seguire le dose consigliate. Se poi volete cimentarvi a realizzarli direttamente in casa con ingredienti naturali sarebbe il massimo creare detergenti fai da te.

I consigli per una casa sana: la cucina

Anche la cucina può diventare una fonte potenzialmente pericolosa per l'inquinamento della casa. Al solo sentire il profumo di una sfiziosa frittura o di una succulenta bistecca alla griglia, scatta immediatamente l'acquolina in bocca. Attenzione però, perché oltre all'acquolina si liberano anche nell'aria idrocarburi policiclici e naftalene, che possono avere dei risvolti negativi sul nostro organismo. Se non vogliamo rinunciare a questi due tipi di cottura, meglio utilizzare delle friggitrici con filtri, azionare le cappe di ventilazione sopra il fornello, arieggiare bene i locali dopo la cottura se non durante e, tempo e spazi permettendo, organizzare un bel barbecue in giardino o terrazza piuttosto che in cucina

I consigli per una casa sana: il fumo di sigaretta

Sembra scontato dirlo, ma purtroppo così non è, dato il numero di persone che continuano a fumare la sigaretta, la pipa o il sigaro in casa. Anche il fumo, infatti, è tra le cause dell'inquinamento domestico, quindi se proprio non riusciamo a smettere meglio accendersi la sigaretta sul balcone. Se si hanno bambini in casa poi l'attenzione deve essere ancor maggiore visto che oltre al fumo diretto, che è quello aspirato dal fumatore, e quello indiretto, respirato da chi è vicino in quel momento, esiste il cosiddetto fumo di terza mano, ovvero quello che deposita sui tessuti, e quindi anche dei nostri vestiti e sulla pelle, le sostanze nocive contenute nella sigaretta. Quindi un consiglio per i fumatori incalliti è quello di indossare un capo diverso, magari un giubbotto, per fumare la sigaretta in terrazza e, al rientro in casa, toglierlo e lavarsi accuratamente mani e bocca.

I consigli per una casa sana: l'umidità

Freddo e umidità, infine, sono l'ambiente perfetto per il proliferare di muffe e batteri sulle pareti domestiche. Già di per sé stesse, le spore delle muffe sono nocive per le vie respiratorie, ma quando  queste incontrano colle e vernici dei mobili allora il tasso di inquinamento può diventare addirittura maggiore. Ecco, dunque, che è fortemente consigliato eliminare le muffe presenti in casa e individuare le cause che le hanno provocate, oltre a mantenere attorno al 50% il tasso di umidità in casa utilizzando, dove serve, dei deumidificatori.

I consigli per una casa sana: alcun regole per tutte le stagioni

  • piante e fiori sono perfette per ridurre l’inquinamento in casa e avere un ambiente sicuro. A questo scopo le più indicate sono l'aloe, la gerbera e la sansevieria;
  • ridurre i consumi e le emissioni inquinanti passa anche attraverso la manutenzione degli impianti a gas e dei termosifoni, per non parlare di stufe a legna o a pellet;
  • i filtri dei condizionatori devono essere cambiati spesso e vanno lavati con acqua e detergente naturale;
  • quando si acquistano i mobili sarebbe meglio evitare quelli in truciolato o quelli verniciati con pitture tossiche;
  • favorire il ricambio dell'aria è un ottimo modo per far uscire sostanze tossiche da casa oltre a germi e batteri;
  • meglio evitare o quantomeno utilizzare con cautela profumatori o candele profumate;
  • se ci preoccupiamo di cambiare e pulire i filtri dei condizionatori, a maggior ragione dobbiamo farlo con gli aspirapolvere. Meglio scegliere quindi modelli con filtri e che non disperdano polveri nell'ambiente.

Prodotti online per ridurre l'inquinamento domestico

Deumidificatore display digitale

Deumidificatore mini

Detersivo green

Aspirapolvere a traino

Aspirapolvere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inquinamento è anche dentro le nostre case, ecco cosa inquina e come limitarlo

UdineToday è in caricamento