Contratto di subaffitto: come funziona e come farlo

Su questo argomento, molto spesso, non si hanno le idee chiare su cosa fare e su come farlo. Il contratto di subaffitto, però, può essere molto vantaggioso

@ Immagine tratta da termometropolitico.it

Il contratto di subaffitto, o di sublocazione, consiste nel diritto, da parte dell'inquilino di un appartamento titolare di un regolare contratto di affitto, di dare a sua volta in affitto una stanza o un'ala della casa a una terza persona. Ma come funziona?

Il contratto

In alcuni casi, il contratto di subaffitto può riguardare anche periodi brevi, come pochi giorni al mese o alcune ore al giorno. Per esempio, affittando l'appartamento come ufficio o come casa vacanza. Il sublocatario, quindi, contribuisce alle spese dell'appartamento in affitto.

Vantaggi

In caso di appartamenti sfitti e lasciati vuoti, il contratto di subaffitto potrebbe essere un'importante opportunità per il proprietario dell'appartamento. Questo perché questo tipo di contratto consente di ampliare il numero di possibili inquilini interessati all'immobile. Inoltre, consegnando una casa con la possibilità di subaffitto, si permette a più persone di contribuire alle spese, e sarà più facile pagare l'affitto o le bollette.

Come fare

Esistono diverse tipologie di contratto di subaffitto, ecco quali:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • totale: questo va esplicitato al momento della stipula del contratto d'affitto. L'inquilino, in questo caso, subaffitta tutto l'immobile a una terza persona, che gli corrisponde una cifra specifica al mese. In questo caso, l'inquilino ufficiale può anche non vivere o non risiedere nell'immobile stesso.
  • Parziale: questo è il più comune e utilizzato, per cui l'inquilino subaffitta una stanza o una parte della casa e divide le spese con un subaffittante.
  • A tempo: in questo caso si subaffitta l'appartamento a terzi per periodi di tempo limitati, per esempio alcuni mesi l'anno, alcuni giorni al mese o alla settimana, ecc.

In tutti e tre i casi, il responsabile dell'appartamento nei confronti del titolare è sempre l'inquilino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

Torna su
UdineToday è in caricamento