Abitare in una villa da sogno, in vendita storica dimora settecentesca

A Fraforeano di Ronchis sorge la settecentesca Villa de Kechler de Asarta, ora in vendita. Tra gli ospiti illustri di una dimora da sogno immersa in un enorme parco addirittura Ernest Hemingway

Avete mai pensato di abitare in una villa incantata, immersa in un enorme parco, respirando il fascino della storia che affonda le sue prime origini al 1200?  Certo, il costo non è proprio per tutte le tasche, ma sognare non ha mai fatto male a nessuno. E, come recita un vecchio proverbio “mai dire mai”.

Siamo a Fraforeano una frazione del Comune di Ronchis, nell'ex provincia di Udine, dove sorge la settecentesca dimora, Villa de Kechler de Asarta, che ha trovato sede all'interno di 3 ettari del parco di Fraforeano. Qui è la natura a regnare sovrana, in quanto il parco costeggia in parte l'argine del Tagliamento e i giardini della villa sono veri e propri gioielli.

Intorno a metà dell'Ottocento, al parco lavorò l'architetto venezino Giuseppe Jappelli, tra i massimi esponenti dello stile neoclassico veneto e particolarmente noto all'epoca come progettista di giardini romantici. Grazie alla zona ricca di acque, Jappelli prese spunto dai parchi romantici all'inglese per favorire l'impianto di un parco rigoglioso sviluppato intorno ad un piccolo lago dotato di due isolotti. Passeggiando nel giardino, tra ampi prati e andando alla scoperta dei vialetti si incontrano così carpini, rovere, tassi, tuie, piante secolari esotiche come il pioppo della Carolina, i cedri del Libano, le sequoie, i ginki o, un affascinante boschetto di bambù.

Il complesso architettonico della villa è formato dalla casa dominicale affiancata da barchesse, edifici rurali di servizio originariamente destinati ad uso agricolo tipici dell’architettura veneta. L'aspetto attuale è frutto delle varie trasformazioni avvenute nella seconda metà dell’Ottocento per volere di Vittorio de Asarta che rimodernò la villa, attualmente di proprietà della famiglia Kechler che la ricevette in eredità.

Le origini affondano addirittura ai Manin, che eressero la dimora nel XVI secolo, con un borgo che si era sviluppato attorno. A metà del Seicento venne ceduta per avviare il progetto della villa di Passariano. Passata ai Kechler, nel corso dell'Ottocento la barchessa occidentale venne trasformata in filanda. Tra i tanti ospiti illustri che la villa ospitò, ci fu anche Ernest Hemingway, che vi soggiornò più volte, invitato dal conte Carlo, con il quale era solito andare a caccia e pesca nelle vicine valli di Caorle.

Complessivamente parliamo di 6.500 metri quadri, di cui 2 mila di giardino. L'abitazione si sviluppa su due piani con 20 camere da letto. La villa, da ristrutturare, è in vendita tramite Immobiliare.it a 3 milioni e 500 mila euro. E ora? Pronti a sognare?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruggine su ringhiere e cancelli? I consigli su come eliminarla in modo facile e veloce

  • Scegliere un nuovo frigo sembra facile. Cosa c'è da sapere prima di comprarne uno nuovo

  • L'avesse avuta Cenerentola! Consigli e difetti della sempre più gettonata scopa elettrica

  • Dopo il trasloco, il calvario di subentri o volture: differenze e cosa c'è da sapere

  • Un aggettivo per descriverla? Insostituibile. Come scegliere la lavastoviglie giusta per noi

Torna su
UdineToday è in caricamento