Giardino

Quali sono le piante tossiche per i gatti

Ecco l'elenco completo delle piante che risultano tossiche per questi animali domestici

@ Immagine tratta da lavorincasa.it

I gatti, che sono degli animali curiosi per natura, molto spesso sono attratti dalle piante che si tengono in casa, in giardino o in terrazzo, annusandole o masticandole. Alcune piante, però, potrebbero risultare tossiche se ingerite o masticate.

Intossicazione: i sintomi

I sintomi di un'intossicazione sono:

  • sintomi di soffocamento;
  • starnuti;
  • tosse;
  • ulcere su lingua e bocca;
  • perdita di saliva.

Dopo qualche ora dall'ingerimento delle piante tossiche, inoltre, ci possono essere questi sintomi: conati di vomito; spasmi; irrigidimento; convulsioni. Nel caso in cui siano presenti uno o più sintomi, è bene chiamare subito il veterinario e tenere il gatto al coperto e al caldo.

Piante tossiche

Ecco una lista delle piante tossiche per i gatti più comuni, le quali possono provocare problemi cardiaci, danni all'apparato digerente o al sistema nervoso:

  • azalea
  • dieffenbachia
  • edera
  • eucalipto
  • giacinto
  • giglio
  • marijuana
  • narciso
  • oleandro
  • ortensia
  • stella di natale
  • tulipano
  • vischio
  • filodendro
  • anthurium
  • ficus
  • amarillidacee
  • amaryllis
  • liliacee
  • primulacee (in particolare, il ciclamino)
  • agavi

Se si ha una di queste piante in casa (tra le più comuni), meglio tenerle lontano dai gatti per evitare spiacevoli inconvenienti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quali sono le piante tossiche per i gatti

UdineToday è in caricamento