Come prendersi cura della Stella di Natale

Dei consigli e dei trucchi per far vivere più a lungo questa pianta natalizia

@ Immagine tratta da thegreenrevolution.it

La Stella di Natale è considerata da tutti la pianta simbolo del Natale e delle festività di questo periodo. Questa pianta, infatti, dona a tutte le tavole imbandite a festa un tocco di colore e allegria. Ma si tratta anche di una piante delicata, che se non seguita con attenzione, tende a morire dopo poco tempo.

Origini

La Stella di Natale arriva da lontano, in particolare dal Messico, dove, lasciata crescere libera in natura, si sviluppa come un piccolo albero che può arrivare anche a tre metri di altezza. Secondo le tradizioni di questo paese, a partire dalla fine dell'Ottocento questa pianta veniva donata alle autorità locali o agli ambasciatori statunitensi come regalo di benvenuto. In seguito, è stata associata al Natale per il colore rosso delle sue foglie (non sono i fiori della pianta, infatti). La Stella, poi, in natura vive in luoghi collinari o montuosi, con clima temperato e privo di forti sbalzi termici. Per questo, la pianta deve rimanere all'interno durante tutto l'inverno, in un ambiente chiuso e protetto, ma anche poco riscaldato. La pianta non sopporta temperature inferiori ai 12-15 gradi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come averne cura

Queste piante, se ben curate, possono durare molto di più del solo periodo natalizio, e possono essere delle belle piante da tenere in casa o in balcone (a seconda della stagione). Ma come prendersi cura di questa pianta? Ecco dei consigli.

  • Durante l'inverno la pianta va tenuta in casa, in una stanza luminosa, arieggiata e non eccessivamente calda. Non va continuamente spostata e questa pianta ama l'umidità.
  • Per quanto riguarda la luce, è meglio esporre la pianta solo poche ore al giorno e assicurare molte ore di buoi durante la stagione invernale (almeno 12 ore al giorno).
  • Con la fine dell'inverno, questa pianta perde le foglie colorate, ma non sta morendo. La primavera e l'estate rappresentano per la Stella di Natale il periodo di riposo vegetativo. Una volta che la pianta avrà perso tutte le foglie colorate, bisognerà tagliare gli steli a circa 10 centimetri dalla base e cospargere la pianta con della cenere. Poi, la pianta va posizionata in un luogo luminoso e a temperatura mite per circa un mese (si può spostare all'aperto).
  • Durante l'estate, la pianta tenderà a crescere, e quindi sarà meglio rinvasarla (a giugno circa). Bisogna procurasi un vaso non troppo grande (poco più grande di quello di prima) e il terriccio a base di torba. Poi, occorre bagnarla abbondantemente con acqua più volte, finché il terriccio non assorbe più acqua. Durante questo periodo, poi, è importante concimarla.
  • La Stella di Natale tornerà a germogliare verso il mese di novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • Ruggine su cancelli e staccionate: come eliminarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento