Stabilità dell'albero: come capire se è sano o da tagliare

Ecco una breve guida con tutte le informazioni per capire se l'albero piantato in giardino è instabile oppure ancora sano

@ Immagine tratta da vignaclarablog.it

Lo schianto o l'abbattimento di un albero, soprattutto se di grandi dimensioni, può portare a diversi danni e a incidenti anche pericolosi. Inoltre, secondo l'articolo 2051 del Codice Civile, in caso di danni arrecati a cose e persone causati dalla caduta di un albero, sarà ritenuto responsabile il suo custode, a meno che non si dimostri che il danno sia derivato da un caso fortuito o da forza maggiore (come eventi meteorologici intensi).

Controllo

In qualsiasi caso, il proprietario dell'albero ha il dovere di custodire e di vigilare sulla salute e sulla stabilità delle proprie piante in modo da evitare danni a terzi o a se stessi. In base a questo, bisogna mettere in atto tutti quegli accorgimenti volti a controllare lo stato di salute e di stabilità dell'albero, oltre a realizzare tutti gli interventi di manutenzione ordinari e straordinari.

Come fare

E' importante tenere sotto controllo costante le condizioni degli alberi, soprattutto se questi si trovano in aree sensibili o sono di grandi dimensioni. Bisogna verificare costantemente se non interessati da malattie o avversità di qualsiasi genere, se hanno dei rami troppo sporgenti, se il fusto è troppo inclinato o se presentano funghi o carie del legno.

A cosa fare attenzione

Esistono diversi segnali di pericolo da non prendere alla leggera e da non trascurare:

  • funghi della carie del legno: rappresenta un processo di disgregazione dei tessuti legnosi interni molto pericoloso, in quanto, all'esterno, l'albero appare sano e rigoglioso, ma potrebbe improvvisamente schiantare al suolo.
  • Chioma alterata: diradata internamente, squilibrata, asimmetrica, aperta o compressa. Quando la chioma si presenta in uno di questi modi, l'albero non può considerarsi sano.
  • Ferite nel tronco: bisogna fare attenzione anche a lesioni o feriti sul tronco o sui rami principali, che possono portare all'abbattimento dell'albero.
  • Fusto inclinato: se il fusto dell'albero è inclinato, bisogna fare maggiormente attenzione alla sua stabilità.
  • Cavità nel tronco: queste sono originate, nella maggior parte dei casi, da funghi della carie o da urti accidentali, ma possono determinare situazioni di grave instabilità della pianta.
  • Radici scoperte: questa è considerata un'anomalia e un segnale di pericolo, causata dall'erosione dello strato superficiale del terreno, ma anche da tensioni interne dell'albero o da una falda superficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'inquinamento è anche dentro le nostre case, ecco cosa inquina e come limitarlo

  • La cabina armadio: sogno irrealizzabile? Per nulla, basta avere un po' di spazio e fantasia

  • I consigli per una buona potatura, fondamentale per le piante ma senza sindrome da Edward mani di forbice

  • Cambiano le abitudini e arriva l'isola in cucina, vantaggi e svantaggi

  • Riscaldare la casa in modo smart, cos'è e come si usa il cronotermostato

Torna su
UdineToday è in caricamento