Martedì, 18 Maggio 2021
Arredare

L'avesse avuta Cenerentola! Consigli e difetti della sempre più gettonata scopa elettrica

Avere la casa in ordine e pulita può essere difficile se non si hanno gli elettrodomestici adatti. La scopa elettrica permette di raccogliere sporco e briciole in pochi minuti. Vediamo i migliori modelli pratici e maneggevoli

L'avesse avuta Cenenerentola e, forse, sarebbe potuta andare al ballo senza l'intervento della fata turchina. Parliamo della scopa elettrica, elettrodomestico che sta prendendo sempre più piede nelle case degli italiani.

A differenza del più tradizionale aspirapolvere, che pure non manca mai in famiglia, la scopa elettrica ha il vantaggio di essere meno ingombrante e di più agevole utilizzo. Chi ha animali in casa, ma anche bambini piccoli, sa quante volte sia necessario aspirare le superfici per eliminare peli e briciole. Con l'evolversi della tecnologia, anche i modelli di scope elettriche sono aumentati e ora ce ne sono davvero per tutti i gusti, esigenze e, non da ultimo, tasche.

Se, dunque, di fronte agli scaffali di un negozio non sappiamo quale scegliere, ecco un piccolo vademecum che può aiutare a trovare il modello giusto per le nostre esigenze.

Il peso e l'ingombro

Primo aspetto di cui tener conto è senza dubbio il peso. Ormai quasi tutte le scope elettriche hanno una struttura compatta e leggera. Tuttavia, in base alle diverse esigenze e superfici su cui utilizzarle,  esistono modelli di scope elettriche più adatti di altri. Va da sé che in una casa di piccole dimensioni, l'elettrodomestico da prediligere sia uno poco ingombrante e preferibilmente che si regga da solo, magari appeso con un supporto alla parete. Viceversa, se da pulire ci sono superfici più ampie e se si ha a disposizione una stanza-sgabuzzino dove riporla, farà al caso nostro una scopa elettrica più grande

A batteria o a filo

Uno degli aspetti che maggiormente fanno propendere per una scopa elettrica è la sua maneggevolezza. Per evitare l'ingombro del filo elettrico di alimentazione, dunque, è preferibile optare per un modello a batteria. Attenzione però a quale tipologia viene utilizzata. Se, infatti, quelle a ioni di litio conservano una potenza costante anche quando stanno per scaricarsi, quelle al nichel riducono pian piano la capacità, oltre al fatto che la durata della carica man mano che passa il tempo inizia a ridursi.

Sacchetto o no?

Così come per gli aspirapolvere, anche per le scope elettriche esistono modelli con e senza sacchetto, più precisamente detti a “serbatoio ciclonico”. Se puntiamo a risparmiare qualcosa, allora la scopa elettrica con sacchetto fa al caso nostro, anche se va considerato il costo di acquisto dei sacchetti nuovo una volta che sono pieni quelli vecchi e il fatto che questo tipo di modelli hanno bisogno di una maggiore energia per funzionare meglio e che, man mano che il sacchetto si riempie, diminuisce la potenza iniziale di aspirazione.

Se all'inizio poteva essere laborioso pulirli, ora i serbatoi delle scope elettriche senza sacchetto sono decisamente più semplici da svuotare tanto che in molti casi la polvere non entra addirittura mai a contatto con le mani. Meno capienti rispetto alle sorelle con il sacchetto, le scope elettriche con serbatoio ciclonico hanno una elevata efficienza e, anche se leggermente più cara rispetto all'altro modello, evita però il costo continuo dei sacchetti di ricambio.

Allergici? Allora meglio un modello con tre filtri

Le varie tipologie di scope elettriche hanno pressoché tutte un filtraggio su due livelli, il primo trattiene i detriti più grandi, mentre il secondo le particelle più piccole senza che queste vengano reimmesse nell'aria.

Se però in casa c'è qualcuno che soffre di problematiche di allergia, allora il modello da preferire, anche se tra quelli di fascia alta, è quello dotato di un terzo sistema di filtraggio chiamato Hepa, High-Efficiency Particulate Air.

Occhio agli accessori in dotazione

Ultimo, ma non certo in ordine di importanza, è l'aspetto legato agli accessori. Sembra una banalità, ma non lo è, visto che a seconda dei modelli, alcuni sono inclusi in dotazione, mentre altri è necessario acquistarli, magari con un prezzo non proprio conveniente, in un secondo momento. I più comuni sono:

  • spazzola per tappeti cattura la polvere depositata tra le fibre;
  • spazzola per parquet pensata per un pavimento delicato, riesce a catturare la polvere senza rovinare la superficie;
  • bocchetta a lancia è ideale per rimuovere lo sporco negli angoli difficili da raggiungere;
  • bocchetta per imbottiti è pensata per divani, sedie e materassi che possono accumulare all’interno polvere e allergeni, la spazzola con forma a T li rimuove facilmente.

Studiate tutte le tipologie di scopa elettriche, siamo quindi pronti per l'acquisto. Ecco di seguito qualche suggerimento di alcuni modelli di scope elettriche con i pro e i contro riscontrati da chi le ha già acquistate.

Rowenta Air Force: scopa elettrica con spazzola motorizzata

Rowenta Air Force-2
Si tratta di un modello senza filo con una speciale spazzola di aspirazione che, così, permette risultati di pulizia profondi su tutti i tipi di pavimenti. Anche se abbiamo degli angoli bui da pilire, questo modello dispone di luci a led per illuminarli. La batteria è al litio, con un'autonomia di 30 minuti. Design compatto e leggero, anche se forse un po' troppo sottile per alcuni che l'hanno provata, il motore Power Boost offre una buona potenza aspirante. Tra i vantaggi di questo modello ci sono i numerosi accessori presenti.

Scopri di più su Amazon

Hover: scopa elettrica 2 in 1

Hover scopa elettrica 2 in 1-2

Sembra creata appositamente per questo scopo, anche se, ovviamente, gli utilizzi sono molteplici. Per chi ha animali in casa, questa scopa elettrica, e i suoi numerosi accessori, è dotata di mini turbospazzola ed è quindi l'ideale per rimuovere in profondità i peli di animali da divani e poltrone. Anche questa senza cavo, ha inoltre un aspirabriciole integrato per le pulizie quotidiane di tutte le superfici. La batteria è al litio ricaricabile con un'autonomia di 25 minuti. Per ricaricarla bastano poche ore ed è dotata un un supporto a muro per posizionarla con il minimo ingombro di spazio. Per alcuni utenti sarebbe stato utile dotare questo supporto con carica automatica, ma l'utilizzo semplice e intuitivo e, soprattutto, gli accessori in dotazione fanno pendere decisamente l'ago della bilancio sugli aspetti positivi di questo elettrodomestico.

Scopri di più su Amazon

Ariete: scopa elettrica con filo

Ariete scopa elettrica con filo-2

Con alimentazione a filo, questa scopa elettrica è estremamente leggera, silenziosa e facile da utilizzare. Un modello classico, ma con alte prestazioni. Particolarità di questa scopa elettrica, dall'impugnatura ergonomica, è quello di essere 2 in 1, ovvero consente di essere utilizzata sia come scopa verticale, sia come aspirapolvere portatile. Questo modello è adatto inoltre per chi soffre di allergie, visto che presenta una tecnologia ciclonica, con un facile serbatoio da rimuovere, in grado di eliminare polveri, acari e batteri dalle superfici di casa, mentre il filtro Hepa trattiene le micro polveri all'interno del serbatoio.

Scopri di più su Amazon

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'avesse avuta Cenerentola! Consigli e difetti della sempre più gettonata scopa elettrica

UdineToday è in caricamento