Carbone vegetale: proprietà, benefici e controindicazioni

Una breve guida con tutto quello che c'è da sapere su questo integratore al cento per cento naturale

@ Immagine tratta da paginemediche.it

Il carbone vegetale, chiamato anche carbone attivo, aiuta a combattere i disturbi legati alla digestione, ai dolori addominali e aiuta a sgonfiare la pancia. Sul mercato si trova sotto forma di polvere, ottenuta dalla combustione di legnami di diversa provenienza.

La composizione

La polvere molto sottile, di colore nero, inodore e insapore, non è altro che il prodotto della combustione di tre tipi di legname: pioppo, salice e betulla. Il carbone attivo è conosciuto maggiormente per la sua capacità di assorbire. Infatti, questo composto organico ha la capacità di raccogliere tutto quello che incontra lungo il tubo digerente, come batteri e virus. Per questo, è molto utilizzato anche per le sue proprietà disintossicanti.

Proprietà

Il carbone vegetale attivo ha diverse proprietà utili per il nostro organismo. Ecco quali:

  • pancia gonfia: il carbone attivo aiuta a eliminare i gas intestinali in eccesso. Può essere usato anche in caso di aerofagia, flatulenza e gonfiore addominale in generale. Questo non vuol dire che fa miracolosamente dimagrire. Infatti, non possiede alcun effetto dimagrante nè accellera il metabolismo.
  • Denti: il carbone, poi, può essere utilizzato anche per eliminare le macchie di vino, caffè o tè sui denti. Per far ciò basterà lavarli due o tre volte alla settimana con la polvere del carbone vegetale. Inoltre, questo ingrediente aiuta anche a prevenire l'alito cattivo e le gengiviti.
  • Pelle: il carbone è un composto organico perfetto anche per la pelle, e può essere usato come ingrediente base per maschere o creme. Grazie al suo effetto assorbente, infatti, rimuove il sebo in eccesso e aiuta a eliminare la lucidità della pelle.

Controindicazioni

Il carbone vegetale attivo non presenta effetti tossici per l'organismo, ma non va mai utilizzato in caso di lesioni del tubo digerente o in presenza di appendicite o struzioni intestinali. Se si prende in quantità eccessive, inoltre, potrebbe provocare un effetto costipante. Ancora, a causa del suo potere assorbente, non va assunto contemporaneamente a farmaci, integratori o erbe (compresa la pillola anti concezionale). E' sempre meglio consultare il medico prima dell'assunzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento