Tempi ancora bui per palestre e piscine: "Nessuno ha in agenda il benessere delle persone"

“La gente – racconta un imprenditore del ramo fitness – ha bisogno di aggregarsi, mi pare evidente che stare sempre chiusi in casa faccia male da tutti i punti di vista"

Solo due settimane fa si auspicava una riapertura, ma il destino di palestre e centri sportivi con la variante inglese del coronavirus è poco felice. Il Governo ha imboccato la via della prudenza indicata anche dal Comitato tecnico scientifico. E così si allontana la data in cui si potrà tornare a fare attività sportiva al chiuso. Secondo le indicazioni degli esperti si dovrebbe poter riaprire solo quando il numero di contagi sarà sceso sotto la soglia di guardia di 50 casi per 100mila abitanti, scenario che permetterebbe alle regioni che riuscissero a raggiungerlo di passare in fascia bianca.

L'addetto ai lavori

"Coi ristori – ci racconta Ivano Beltramini, imprenditore del settore – non si soddisfano nemmeno le utenze fisse, stanno facendo morire il settore. Qualcuno si arrangia con l’home gym o facendo da personal trainer, ma sono servizi esclusivi per una fascia elevata di persone. Chi si può permettere qualcuno a 40 euro all’ora? La maggior parte delle persone hanno bisogno della palestra”. Per Beltramini è una questione di benessere psichico oltre che fisico. “La gente ha bisogno di aggregarsi, mi pare evidente che stare sempre chiusi in casa faccia male da tutti i punti di vista. C’è esigenza di benessere, ma è un vocabolo che non compare in nessuna agenda del Governo”. Secondo Beltramini la scarsa considerazione del settore dipende anche dall’impatto contributivo. “Io sono titolare di una società, ma la maggior parte delle attività del settore è legata a società sportive dilettantistiche, che non provocano un grande gettito tributario. Di conseguenza nessuno ci calcola, questa è il sospetto. Non sembra una questione di salute, ma di denaro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alimentazione e stili di vita, le cause principali della ritenzione idrica e come combatterla

  • Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

  • Festa a Sclaunicco, vinti più di 56 mila euro al Superenalotto

  • Investita mentre attraversa sulle strisce: grave una donna

  • La padrona muore nell'incidente sulla Pontebbana, la cagnolina va a cercarla

  • Zona arancione e gialla, i nuovi colori delle regioni da lunedì 10 maggio: chi rischia

Torna su
UdineToday è in caricamento