Cos'è, come si usa e come scegliere la coppetta mestruale

Una breve guida con tutto quello che c'è da sapere su questa alternativa ecologica e pratica ai classici assorbenti

La coppetta mestruale è un'alternativa ecologica ed economica ai classici assorbenti usa e getta. Si tratta di un dispositivo igienico che, una volta inserito, ha la capacità di raccogliere tutto il fluido mestruale per tutta la durata del ciclo, anche in caso di flussi abbondanti. Al contrario degli assorbenti comuni, la coppetta è riutilizzabile molte volte. Se utilizzata e conservata in modo corretto, infatti, può durare fino a 10 anni. In pratica, grazie a questo dispositivo, si può risparmiare molti soldi e ridurre notevolmente i rifiuti.

Che cos'è e come funziona

La coppetta mestruale è una piccola coppa realizzata con materiale morbido e anallergico, solitamente silicone o gomma, che si inserisce all'interno della vagina durante i giorni del ciclo; al contrario dei tamponi e degli assorbenti tradizionali, la coppetta raccoglie il fluido mestruale senza assorbirlo, motivo per il quale può essere riutilizzata tantissime volte. La protezione della coppetta mestruale è garantita per circa 12 ore e, una volta inserita, permette di svolgere tutte le azioni che si vogliono fare, compreso nuotare.

Come si mette?

Dopo essersi lavate accuratamente le mani e aver trovato una posizione comoda, si può inserire la coppetta piegandola su sé stessa: se inserita correttamente, la coppetta aderirà perfettamente alle pareti vaginali creando un sigillo che impedisce ogni tipo di perdita e permette di fare qualunque movimento senza paura. Con la pratica e l'esperienza, anche legate alla consapevolezza del proprio corpo, inserire la coppetta mestruale diventerà sempre più facile e veloce. Al momento di togliere la coppetta è importante evitare di tirarla: basterà piegare il fondo a imbuto ed estrarla con dei leggeri movimenti a zig zag per spostare il bordo dalla parete vaginale e facilitarne l'uscita.

La pulizia della coppetta

Appena acquistata, e tra un ciclo e l'altro, la coppetta mestruale deve essere sterilizzata, immergendola in acqua bollente per circa 5/6 minuti; tra un inserimento e l'altro, invece, basterà risciacquarla con acqua tiepida, lavandosi sempre le mani prima di inserire o svuotare la coppetta per evitare possibili infezioni.

Come scegliere quella giusta

In commercio sono disponibili coppette mestruali con misure, modelli, materiali, forme e prezzi molto differenti, ed è molto importante riuscire a individuare la coppetta giusta per la propria anatomia. Il primo passo riguarda la taglia e la capienza, che devono essere scelte in base al proprio corpo (età, gravidanza, verginità e altri fattori) e alla quantità di sangue che la coppetta dovrà contenere (flusso leggero, medio o pesante). Solitamente sono disponibili due taglie:

  • piccola - per donne giovani, adolescenti o che non hanno avuto rapporti sessuali;
  • grande  -  per chi ha superato i 30 anni, per chi ha già partorito o/e ha un flusso abbondante.

Per quanto riguarda la morbidezza della coppetta, invece, optare per una coppetta semi morbida o morbida se si hanno problemi di sensibilità o un pavimento pelvico poco tonico, e per una coppetta rigida o semi morbida in caso di pavimento pelvico molto tonico.

I vantaggi della coppetta mestruale

La coppetta mestruale è quindi una scelta igienica e sicura, che comporta un notevole risparmio economico e un bassissimo impatto ambientale; inoltre, rispetto agli assorbenti tradizionali, la coppetta risulta più traspirante, priva di elementi dannosi (come i pesticidi o la candeggina sbiancante spesso usati nel cotone degli assorbenti) e capace di mantenere la flora naturale del corpo a livelli ottimali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento