Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cura della persona

Tatuaggi appena fatti? Ecco come prendersene cura

Una breve guida per capire come prendersi cura dei propri tatuaggi e farli durare più a lungo

@ Immagine tratta da goodmorningtv.it

Quando si vuole un tatuaggio sulla propria pelle, la prima cosa a cui pensare è trovare un tatuatore serio. Poi, pensare al tatuaggio vero e proprio, perché quando questo è appena stato fatto, ha bisogno di una manutenzione attenta e quotidiana, soprattutto quando il disegno è ricco di pigmenti o è stato fatto in aree sensibili del corpo.

L'importanza dell'igiene

Prima e subito dopo il tatuaggio, è importante disinfettare l'area del corpo trattata, poi applicare una crema antibiotica o cortisonica per qualche giorno, in modo da togliere l'infiammazione causata degli aghi. Altra cosa importante è proteggere il tatuaggio dal sole con una crema a schermo totale, soprattutto subito dopo averlo fatto. Prima di esporre la pelle al sole, infatti, è meglio lasciar passare 10 o 15 giorni. Per questo, è meglio non tatuarsi durante la bella stagione.

Le zone più delicate

Quando si tratta di tatuaggi, le zone più delicate sono il seno, i glutei e la pianta del piede. Ma anche il viso, il dorso delle mani e la testa. Tutte queste aree sono da considerare le più a rischio in quanto sono soggette a strofinamenti, sfregamenti, o sono le zone più fotoesposte del corpo.

Come lavare il tatuaggio

Quando si lava la zona del corpo che è stata appena tatuata, bisogna far attenzione a non strofinare la pelle, ma a tamponarla, usando un detergente molto delicato per bambini, non troppo schiumoso, e con tensioattivi delicati, come gli oli da bagno, che aiutano a idratare la zona. Inoltre, bisogna usare acqua tiepida e non strofinare quando ci si asciuga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tatuaggi appena fatti? Ecco come prendersene cura

UdineToday è in caricamento