Combattere la psoriasi con il Cbd: in che modo può essere d'aiuto

Se soffri di psoriasi e hai provato di tutto senza nessun risultato, ecco i prodotti a base di Cbd e il modo in cui possono essere d'aiuto per questa malattia della pelle

La psoriasi non ti dà tregua e ti crea un forte disagio? Hai provato di tutto ma fino ad ora nessun prodotto si è mostrato davvero efficace nel combattere la pelle con psoriasi? Sei nel posto giusto, per scoprire tutto quello che c’è da sapere riguardo ai prodotti a base di CBD e al modo in cui possono essere un supporto concreto nel combattere la fastidiosa malattia della pelle chiamata psoriasi. Continua a leggere, per conoscere più da vicino il fenomeno e le modalità possibili di trattamento della psoriasi e per approfondire tutte le informazioni relative al CBD, dai suoi principi attivi alle caratteristiche che lo contraddistinguono.

Non va comunque mai sottovalutata l’importanza di ricorrere a prodotti di aziende affidabili, come Canzon, giusto per citare un esempio, che possono garantire qualità e attenzione, oltre che avere un’etica che si basa sulla sicurezza dei clienti come regola principale. Non resta che iniziare, ricordandoti che per ogni problema riguardante la salute e il benessere generale, è sempre meglio rivolgersi al parere di un medico, che saprà fornire tutte le informazioni necessarie e approntare un eventuale piano di cura adeguato.

La psoriasi: con quali sintomi di manifesta e quali sono le sue cause

Probabilmente conosci il fenomeno della psoriasi nella sua manifestazione, ma non ne conosci le cause per cui compare sulla pelle. La psoriasi è innanzitutto una infiammazione cronica, che non provoca contagio e che si manifesta sulla pelle. Si stima che una fetta abbastanza ampia di popolazione ne sia affetta. Questo aiuta a comprendere come mai si trovi in commercio un numero elevato di prodotti che tuttavia non sempre risultano efficaci.

Il problema della psoriasi può sopraggiungere in età adulta, di solito tra i 20 e i 30 anni ma si ripresenta in maniera più importante dopo i 50 anni di età. Ne sono colpiti uomini e donne indistintamente e dalle ricerche è emerso che durante i mesi freddi prolifera maggiormente che durante i periodi più caldi. La presenza di psoriasi sulla pelle non passa inosservata, in quanto i suoi sintomi sono evidenti, grazie alla presenza di macchie rosse su cui si formano delle squame di pelle secca di colore biancastro. Di solito i sintomi della psoriasi si presentano in aree specifiche come:

  • Gomiti 
  • Mani
  • Piedi
  • Cuoio capelluto
  • Ginocchia

Chi soffre di psoriasi può essere soggetto a disturbi frequenti come il prurito, l’arrossamento, il bruciore o il sanguinamento. La modalità in cui la psoriasi si manifesta non è sempre uguale per tutti i soggetti, perché può essere a placche, pustolosa, inversa, guttata o eritrodermica. Indipendentemente dalla sua variante, di certo la psoriasi è una malattia che crea spesso fastidio oltre che un senso di disagio. 

Per risolvere il problema vi possono essere molte strade percorribili e in questa sede ne valuteremo una in particolare, che si basa su principi naturali al 100%, oltre che essere una di quelle che pare siano maggiormente attendibili. Vedremo infatti in che modo trattare il problema della psoriasi, tramite prodotti a base di CBD specifici per psoriasi e soprattutto, cerchiamo ora di conoscere più a fondo il CBD e le sue principali caratteristiche.

Cbd: da cosa deriva e cosa lo caratterizza

Il cannabidiolo, meglio conosciuto come CBD è una sostanza contenuta nella pianta di cannabis terapeutica e che durante il processo di estrazione, viene separato dalle altre sostanze contenute nella pianta (come ad esempio il THC, altro cannabinoide che però può indurre effetti collaterali o psicoattivi). Il CBD è dunque una sostanza completamente naturale, il cui principio attivo funge da potenziamento quando entra a contatto con il sistema endocannabinoide. Quest’ultimo è presente nel corpo umano e lo si è scoperto in tempi relativamente recenti.

Il sistema endocannabinoide riveste un ruolo molto importante per il nostro organismo, grazie al lavoro dei suoi messaggeri, i recettori CB1 e CB2, presenti in tutto il corpo umano. Tali recettori hanno la capacità di potenziare il sistema immunitario, di interagire con il sistema nervoso centrale, di condizionare e regolare l’appetito, la concentrazione, le capacità mnemoniche, la sensazione del dolore e molto altro. L’apporto di CBD permette di favorire la crescita cellulare dei recettori e di prolungare gli effetti che questi provocano nel nostro organismo. Sembra infatti che il CBD, entrando in contatto con il sistema endocannabinoide, possa essere un valido antinfiammatorio, migliorando lo stato di benessere in presenza di alcune malattie.

Non solo la psoriasi, dunque, sembra possa regredire, ma anche una serie di altre forme di malessere per le quali il CBD può aiutare. I pazienti con psoriasi in particolare, spesso associano l’insorgenza di altri disturbi, in concomitanza con l’acutizzarsi dei sintomi della malattia. Per fare qualche esempio, la manifestazione dell’infiammazione sulla pelle può indurre fenomeni di depressione o ansia o addirittura stress. In tal senso l’uso di prodotti al CBD sembra poter aiutare a stare meglio e allontanare stress e gli altri problemi psicologici, migliorando la qualità della vita di chi è affetto da tale patologia.

Prodotti al Cbd come aiuto per la psoriasi

Dopo aver chiarito alcuni aspetti riguardanti la psoriasi e le sue caratteristiche e aver compreso in maniera più dettagliata in cosa consiste il CBD e quali benefici può apportare, proveremo a individuare in che modo CBD e psoriasi si possono relazionare fra loro.

Innanzitutto l’uso di prodotti a base di CBD per la psoriasi sono - come accennato - completamente naturali e questo li rende sicuri per il tuo benessere. In particolare, quando si parla di crema per psoriasi, è importante evidenziare che non contiene sostanze nocive e che è studiata appositamente per la pelle, anche quella più delicata e sensibile. 

La crema per la psoriasi a base di CBD permette non solo di affrontare il problema alla radice ma di lavorare sui fastidiosi sintomi quali il prurito per esempio o l’irritazione della cute. Alcune creme a base di CBD per la psoriasi, inoltre, contengono anche farina di avena colloidale che rappresenta un valido nutriente per la pelle, aiutandola a tornare morbida, setosa e idratata. Ricordiamo infatti che una delle caratteristiche della pelle affetta da psoriasi è la desquamazione o la pelle secca.

Le proprietà del CBD aiutano a potenziare tale effetto, restituendo alla pelle la sua lucentezza ed elasticità. Questo processo è possibile grazie alla tecnologia liposomiale. I liposomi infatti accelerano gli effetti di avena e CBD, e permettono pertanto un miglioramento della pelle già dopo i primi utilizzi. Prima di ricorrere a uno dei prodotti a base di CBD della pelle, è bene ricordare che non bisogna ordinare prodotti a caso ma affidarsi a quelli garantiti da aziende serie, che sono in grado di assicurare la qualità.

È facile trovarsi di fronte a una vastità di scelta ma bisogna verificare la competenza dell’azienda che produce le creme o gli altri prodotti, in modo da non compromettere la salute e peggiorare lo stato della pelle affetta da psoriasi. Poche aziende possono garantire la loro professionalità in tutta la filiera produttiva, perciò occorre cercare le migliori.

Scegliere il meglio, ti aiuterà a ripristinare non solo lo stato di salute della tua pelle con psoriasi, ma anche a apportare benefici all’organismo sotto molti altri aspetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento