Poke: tutti i benefici e i rischi del piatto più alla moda sui social

In quasi tutte le città e sui social è ormai esplosa la moda del "poke", ma è davvero così salutare e che rischi può presentare?

Immagine tratta da flawless.life

Il piatto più in voga del momento arriva dalle isole Hawaii, ed è composto, secondo tradizione, solo da quattro ingredienti: pesce crudo appena pescato, alghe, noci kukui e sale marino. In realtà la versione che mangiamo noi, quindi, è molto diversa dall'originale.

Diverse ricette

Esistono molte versioni del poke, con la presenza di riso, quinoa e tantissimi altri ingredienti. La cosa che accomuna tutte le ricette, però, è la presenza di una bowl, nella quale il piatto viene servito, ossia una comune ciotola. Ma questo piatto è davvero salutare? Dipende molto da cosa ci mettiamo dentro.

Benefici

Il poke può apportare molte vitamine, sali minerali, antiossidanti e fibre grazie alla presenza di frutta e verdura, mentre il pesce e le alghe garantiscono la presenza di iodio e anche alcune proteine di ottima qualità, Omega 3 e ferro. Ci sono, poi, i grassi buoni del tonno e del salmone, ma anche quelli dell'olio extravergine di oliva. Mango e papaya assicurano anche l’assunzione di polifenoli, carotenoidi e probiotici. La presenza di riso, soprattutto nella versione integrale, apporta carboidrati complessi, fibre e vitamine del gruppo B, oltre a dare un ottimo senso di sazietà.

Rischi

Il rischio più importante può derivare dal pesce crudo, che se non fresco può portare a un intossicazione alimentare e a conseguenze anche gravi. Soprattutto il tonno e il salmone vanno subito a male, quindi devono essere mangiati freschissimi o bisogna assicurarsi che il ristorante abbia utilizzato un abattitore per la loro conservazione.

Calorie

Il poke, di solito, si consuma già pronto, ma si può decidere anche di comporlo con ingredienti a piacere. Proprio per questo, esistono le versioni light (per esempio, insalata e quinoa, pesce, verdura), e versioni più caloriche e meno salutari. Attenzione per questo anche ai condimenti e ai frutti molto calorici come l'avocado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • La puntata di 4 Ristoranti girata in Carnia visibile in chiaro

Torna su
UdineToday è in caricamento