Dinner cancelling, la dieta di Fiorello. Benefici e controindicazioni della dieta cancella cena

Salita alla ribalta grazie al popolare showman, che ha confessato di averla utilizzata, ecco in cosa consiste la dieta intermittente inventata dal tedesco Dieter Grabbe

Chi vuole perdere i chili di troppo, probabilmente l'ha già sperimentata. Chi, invece, non la conosceva ancora, l'ha scoperta certamente grazie a Fiorello, il popolare showman che ha  dichiarato di aver perso diversi chili proprio grazie a questo schema alimentare. Parliamo della dieta dinner cancelling, o dieta cancella cena, un regime che fa parte dei modelli di digiuno intermittenti e recentemente salito alla ribalta, come spesso accade, proprio grazie al noto personaggio dello spettacolo. Ma in cosa consiste questo tipo di dieta? E, soprattutto, quasi sono i benefici e la sua efficacia anche a lungo termine?

Che cos'è il dinner cancelling

Si tratta di un regime alimentare che fa parte di quei modelli di digiuno conosciuti col nome di “intermittenti”, ovvero prevede uno scherma alternato di 16 ore senza mangiare e 8 nelle quali ci si alimenta, evitando ovviamente abbuffate per recuperare quanto perso. L’ultimo pasto, quindi, si consumerà alle 17, anticipando magari uno spuntino leggero per non soffrire la fame nelle ore serali, in modo così da far passare un certo numero di ore, circa 2 o 3, tra l’ultimo pasto della giornata e il riposo notturno. 
Nelle ore di digiuno sono ammesse bevande non caloriche come acqua e tisane, ma senza aggiunta di zucchero, dolcificante o latte, che possono essere bevute prima che si verifichi la sensazione di fame.

L'inventore della dieta cancella cena

La paternità di questa dieta è del nutrizionista tedesco Dieter Grabbe e può essere ripetuta per 2/3 giorni alla settimana oppure seguendo un digiuno moderato per due settimane, per poi aggiungerne una di regime più ferreo. Per Grabbe, tuttavia, i benefici si possono comunque ottenere anche seguendo un solo giorno di dieta alla settimana. Secondo il nutrizionista, il dinner cancelling permetterebbe di perdere 5/6 chili in 15 giorni e può essere ripetuto per più mesi o persino per un anno, in modo da stabilizzare il proprio peso.

I benefici

Secondo il creatore del dinner cancelling i benefici sarebbero numerosi. Tra i principali ci sarebbero un aumento della concentrazione e dell'energia, la perdita di peso e di grasso corporeo, la riduzione dei valori pressori, glicemici e di colesterolo, un aumento della sensibilità insulinica, la prevenzione della malattia di Alzheimer, un aumento della durata della vita riducendo i processi di invecchiamento, la riduzione dei processi infiammatori e il miglioramento della qualità del sonno.

Le controindicazioni

Come per tutte le diete, vanno considerati vari aspetti che possono influire sul nostro fisico. Per il papà del dinner cancelling, questa non è una dieta pericolosa per la salute, in quanto richiede solo poche ore di digiuno. Tuttavia, il digiuno intermittente è altamente sconsigliato per le donne in gravidanza o in allattamento, persone sottopeso, persone malate, persone con disturbi dell’alimentazione e bambini fino alla fine della curva di crescita. Inoltre, è bene tenere conto che il dinner cancelling non deve essere considerato come una dieta miracolosa che fa dimagrire senza attività fisica, ma uno strumento supplementare che potenzierebbe gli effetti positivi di uno stile di vita sano.

Gli effetti a lungo termine

Nel breve periodo, il dinner cancelling consente di dimagrire in quanto induce l'organismo a cercare i nutrienti necessari non dal cibo ingerito, ma dalle riserve che abbiamo immagazzinato. Tuttavia, questo tipo di dieta richiede molta disciplina: gli attacchi di fame, infatti, sono estremamente probabili, così come i disturbi del sonno, perché la fame può rendere più agitata la notte. Inoltre, soprattutto in un Paese mediterraneo come il nostro, saltare la cena potrebbe essere una pratica poco sostenibile a lungo termine in quanto i pasti hanno spesso a che fare anche con la convivialità e la socialità, oltre che con la salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento