Bietole: proprietà nutrizionali, benefici e usi in cucina dell'ortaggio autunnale

Le bietole, chiamate anche biete, sono degli ortaggi che presentano molte proprietà: depurative, disintossicanti e antiossidanti. Ma quali sono tutti i benefici?

@ Immagine tratta da lastampa.it

Le biete sono un ortaggio tipicamente autunnale che, come molti altri, può essere di grande aiuto per l'organismo durante questa stagione. Le bietole, infatti, oltre ad avere proprietà depurative, disintossicanti e antiossidanti, hanno pochissime calorie e apportano una grande varietà di vitamine e sali minerali.

Cosa sono e la loro storia

Le biete si presentano con delle foglie larghe a forma di spatola, di un colore verde intenso e lucente. La costa, invece, è chiara o rossiccia. La pianta, fin dalla preistoria, è diffusa spontaneamente nei litorali sabbiosi del bacino del Mediterraneo e dell'Asia Minore. Già i Greci, ma anche gli Etruschi e i Romani, conoscevano le proprietà di questa pianta e la consumavano. Poi, la bieta divenne comune anche nei monasteri, dove veniva coltivata.

Proprietà nutrizionali

Per fare una proporzione, 100 grammi di bieta contengono circa 90 grammi di acqua, 1 grammo di fibre e solo 17 calorie. Inoltre, la bieta è ricca di sali minerali, in particolare potassio, ferro, calcio, fosforo e magnesio. Ma anche vitamina C, molto preziosa in questo periodo dell'anno. Inoltre, questo ortaggio è molto digeribile e ha un buon potere saziante.

Vitamine

Le bietole possiedono proprietà antiossidanti grazie alle presenza di molte vitamine, come la B2, la B3, la C e la K. Inoltre, anche la clorofilla presente nelle foglie della bieta, durante la digestione, viene trasformata dall'organismo in sostanze antiossidanti. Le bietole, poi, sono ideali per chi segue una dieta controllata e a basso apporto calorico. Sono ricche di fibre e permettono un transito corretto e un corretto funzionamento dell'intestino.

Come mangiarle

Una volta pulita, la bieta può essere preparata in diversi modi: cotta o cruda. Mangiare le biete crude è il modo migliore per consumarle, soprattutto se si acquistano le bietole erbette, da mettere dentro l'insalata. Se, invece, si preferiscono cucinate, queste si possono fare o vapore o lessate in poca acqua, in modo da non disperdere molte delle sostanze bioattive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

Torna su
UdineToday è in caricamento