Azienda friulana nonostante la crisi all'11esimo trimestre consecutivo di positivo

Approvati dal CdA di Eurotech i risultati del resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo 2020: i ricavi sono a 19,8 milioni e l'utile netto a 0,5 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Eurotech S.p.A. ha esaminato e approvato i risultati relativi ai primi tre mesi del 2020.

I dati

Ricavi consolidati a Euro 19,8 milioni (-22,6% rispetto al 31.03.2019), primo margine consolidato a euro 9,9 milioni (49,9% dei ricavi, -19,0% rispetto al 31.03.2019), EBITDA consolidato a euro 1,7 milioni (8,6% dei ricavi, -2,4 milioni di euro rispetto al 31.03.2019), EBIT consolidato a euro 0,8 milioni (4,2% dei ricavi, -2,3 milioni di euro rispetto al 31.03.2019), risultato netto di Gruppo a euro 0,5 milioni (2,6% dei ricavi, -2,4 milioni rispetto al 31.03.2019), posizione finanziaria netta con cassa netta di euro 10,4 milioni, confermata la direzione strategica tracciata, malgrado l’emergenza Covid-19

Le dichiarazioni

L’Amministratore Delegato Roberto Siagri ha commentato: “In questo primo trimestre si sono visti gli effetti delle misure restrittive poste in atto dai diversi Paesi per contrastare la pandemia. Possiamo comunque essere moderatamente soddisfatti per aver chiuso un altro trimestre in utile. A causa degli eventi in corso il 2020 sarà un anno di transizione, ma la crisi in atto dovrebbe anche creare più opportunità nel medio e lungo termine visto che la trasformazione digitale è il miglior antidoto per le imprese per recuperare redditività.”

Andamento del periodo

Il primo trimestre è stato impattato da diversi effetti, tra cui quelli derivanti dallo stop delle attività produttive attuato ad inizio anno dalla Cina in seguito all’emergere dell’emergenza sanitaria relativa al Coronavirus (Covid-19), dall’andamento della raccolta ordini nella seconda metà del 2019 e da alcune mancate consegne a fine del trimestre per effetto sia del lockdown in Italia che del lockdown di alcuni
clienti nei Paesi europei che non hanno permesso le consegne programmate.

In tutte le aree geografiche le società del Gruppo, dopo l’estendersi della pandemia Covid-19, hanno continuato usando canali telematici a rimanere in contatto con clienti e fornitori per tenere attive le relazioni di fornitura. Dal punto di vista dell’organizzazione interna del lavoro, in tutte le sedi del Gruppo c’è stata l’immediata attivazione delle procedure a protezione dei dipendenti che non potevano svolgere le loro attività in modalità agile (“smart-working”). Nonostante la nostra volontà e i nostri sforzi, soprattutto in Europa si è assistita ad una riduzione delle attività produttive, mentre sono sempre continuate anche in modalità agile le attività di sviluppo dei prodotti e di vendita, oltre che le attività di supporto ai clienti e le attività di conclusione dei POC (Proof of Concept) in particolare per il settore IoT (Internet of Things). Nonostante le difficoltà operative indotte dalla reazione delle varie nazioni alla pandemia, siamo stati in grado di ottenere un risultato positivo sull’ultima riga del conto economico di questo primo trimestre, grazie ad un solido primo margine e ad un attento controllo dei costi operativi. Sale così ad 11 il conto dei trimestri consecutivi con un risultato prima delle imposte in pareggio o positivo.
Eurotech ha continuato ad operare ed investire nella direzione strategica tracciata, con lo scopo di diventare un player di riferimento nei settori emergenti degli Edge Computer e dell’IoT Industriale. La nostra leadership tecnologica in tali ambiti continua ad essere evidenziata ed avvalorata anche dagli importanti traguardi nella creazione di un ecosistema attorno alle nostre tecnologie, come il recente ingresso nell’IBM Edge Ecosystem, presentato in occasione della Think Digital conference di IBM come ecosistema di partner per aiutare le aziende e le società di telecomunicazioni ad accelerare la transizione verso l’Edge Computing nell’era del 5G e dell’Intelligenza Artificiale.

Andamento economico 

I ricavi del Gruppo nei primi tre mesi del 2020 sono stati pari a euro 19,75 milioni, in calo del 22,6% rispetto all’analogo periodo del 2019 in cui il fatturato era stato di euro 25,50 milioni. Il primo margine del periodo ammonta a euro 9,87 milioni, con un’incidenza sul fatturato del 49,9%, rispetto ad un’incidenza del 47,8% dei primi tre mesi del 2019. Il miglioramento di questo parametro è funzione del mix di prodotti venduti e del peso relativo delle tre linee di business: computer embedded, HPEC e IoT. Il primo margine in termini percentuali riflette quanto previsto per l’anno a piano e cioè un valore vicino al 50%.
Nei tre mesi di riferimento i costi operativi al lordo delle rettifiche operate ammontano a euro 8,70 milioni, ed evidenziano un incremento del 1,1% rispetto a euro 8,61 milioni del primo trimestre 2019. A cambi costanti si sarebbe invece avuto un leggero decremento di Euro 79 migliaia pari allo 0,9%. In virtù del modello fabless adottato, i costi operativi sono sostanzialmente fissi e, come è stato dimostrato lo scorso anno, al crescere del fatturato si evidenzia l’attivazione di una importante leva operativa. La dimostrazione di questo è l’incidenza dei costi operativi lordi sui ricavi, che in termini percentuali, si attesta al 44,0% rispetto al 33,7% del primo trimestre 2019, restando in linea con il 43,8% ottenuto nel primo trimestre 2018 nel quale il livello di fatturato raggiunto era stato di euro 17,89 milioni.

L’EBITDA dei primi tre mesi ammonta a euro 1,7 milioni (8,6% dei ricavi) rispetto ad euro 4,08 milioni nel 2019 (16,0% dei ricavi), riflettendo l’andamento tanto del primo margine quanto dei costi operativi e degli altri ricavi.
Il risultato operativo (EBIT) dei primi tre mesi del 2020 è stato di euro 0,82 milioni (4,2% dei ricavi) rispetto a euro 3,14 milioni nei primi tre mesi del 2018 (12,3% dei ricavi). Il risultato prima delle imposte nel corso dei tre mesi di riferimento è di euro 0,87 milioni, contro un
importo di euro 3,07 milioni nei primi tre mesi 2019. Il minor risultato prima delle imposte per euro 2,20 milioni è l’effetto della riduzione del fatturato. Il risultato netto di Gruppo nel periodo in esame è stato di euro 0,51 milioni (era di euro 2,96 milioni nei primi tre mesi 2019). L’andamento, oltre che riflettere la dinamica del risultato prima delle imposte, deriva dal differente carico fiscale rilevato complessivamente sulle realtà del Gruppo dove nel 2019 l’incidenza delle imposte era limitata per effetto della registrazione di parte delle imposte anticipate derivanti dalle perdite fiscali degli anni precedenti non contabilizzate.

Situazione patrimoniale e finanziaria 

Il Gruppo al 31 marzo 2020 ha una posizione finanziaria netta con cassa netta di euro 10,38 milioni, rispetto ad un importo, sempre di cassa netta, di euro 12,25 milioni al 31 dicembre 2019. Le disponibilità liquide del Gruppo sono pari a euro 27,79 milioni al 31 marzo 2020, mentre erano di euro 30,69 milioni a fine 2019.
Tale variazione è da ascrivere prevalentemente all’aumento del capitale circolante netto, che ammonta a euro 17,53 milioni al 31 marzo 2020, con un incremento di euro 2,64 milioni rispetto al 31 dicembre 2019. L’andamento nel primo trimestre è dovuto principalmente all’incremento dei crediti commerciali, a cui si è sommata una concomitante riduzione del passivo corrente in tutte le sue voci. Su base annua, il rapporto tra capitale circolante netto e fatturato resta comunque sotto alla soglia del 20%, che è l’obiettivo del management. Il Patrimonio netto del Gruppo ammonta a euro 127,67 milioni (euro 124,66 milioni al 31 dicembre 2019).

Evoluzione prevedibile della gestione ed eventi successivi al 31 marzo 2020

Il management di Eurotech continua a prestare molta attenzione alla rapida evoluzione dello scenario economico mondiale. Il perdurare dei lockdown o una riacutizzazione della pandemia potrebbero creare un nuovo allungamento dei lead-time lungo la supply chain. Allo stato attuale, alcuni impatti sotto forma di slittamenti di alcune consegne nel secondo trimestre dell’anno saranno probabili, ma circoscritti.

Ad oggi non risultano cancellazioni di ordini da parte dei clienti, tuttavia la situazione di lockdown in diversi Paesi ha causato, e continuerà a causare anche nei prossimi mesi, un rallentamento nella raccolta di nuovi ordini, in particolare da clienti nuovi o per progetti nuovi con clienti storici. Anche se l’operatività del Gruppo è stata marginalmente intaccata dalle misure messe in atto dai Governi per contenere la diffusione del Covid-19, è troppo presto per valutarne gli effetti globali: la visibilità è bassa e i clienti stanno mostrando estrema prudenza nel rilascio degli ordini oltre lo stretto indispensabile per il funzionamento dei loro impianti. Sarà importante in questa fase gestire sul breve termine la situazione contingente, senza lasciare però che questa distolga l’attenzione dagli obiettivi di crescita di medio e lungo termine. Eurotech continuerà ad operare ed investire nella direzione strategica tracciata, con lo scopo di conservare il posizionamento competitivo nel campo degli Embedded Computer e di sfruttare il vantaggio tecnologico costruito grazie alla strategia da first-mover nel settore dell’IoT Industriale da un lato e nell’emergente settore degli High Performance Edge Computer dall’altro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Gruppo Eurotech

Eurotech (ETH:IM) è una multinazionale che progetta, sviluppa e fornisce Edge Computer e soluzioni per l’Internet of Things (IoT) complete di servizi, software e hardware a integratori di sistemi e aziende. Adottando le soluzioni di Eurotech, i clienti hanno accesso a componenti e piattaforme software per l’IoT, a Edge Gateway per abilitare il monitoraggio di asset e a Edge Computer ad alte prestazioni (HPEC) per applicazioni anche di Intelligenza Artificiale (AI). Per offrire soluzioni sempre più complete Eurotech ha attivato partnership con aziende leader nel loro ambito d’azione, creando così un ecosistema globale che le permette di realizzare soluzioni “best in class” per l’Internet of Things Industriale. Per maggiori informazioni
su Eurotech: www.eurotech.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

  • Sfreccia a 128 km/h oltre il limite: oltre mille euro di multa per il novello Hamilton

  • Maltempo a Udine e dintorni: vento, grandine e alberi caduti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento