menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da zona gialla rafforzata a zona arancione: cosa cambia in Fvg dal 9 gennaio

Nuove regole in tutta Italia, e quindi anche nella nostra regione, da oggi, sabato 9 gennaio: ecco cosa succederà oggi e domani prima del cambio di colore per le diverse regioni

Weekend nel livello intermedio di rischio per tutto il Paese, poi negli altri giorni si cambia e da lunedì 11 arriva il nuovo sistema delle fasce con le regioni che cambieranno colore dopo il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità. È sempre in vigore il coprifuoco tra le 22 e le 5

Dopo la zona gialla "rafforzata" di giovedì e venerdì, introdotta dall'ultimo decreto legge con le norme anti contagio per far fronte alla pandemia di coronavirus, sabato 9 e domenica 10 gennaio l'Italia entra in zona arancione per due giorni. Cosa si può fare e cosa no e come orientarsi tra i divieti? Cerchiamo di fare chiarezza, premettendo che il testo del decreto con le restrizioni anti covid ha confermato che fino al 15 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori delle diverse regioni o province autonome. 

La zona arancione in tutta Italia il 9 e 10 gennaio

Per 48 ore varranno le stesse regole per tutta Italia, mentre da lunedì 11 si ritornerà alle zone di colore. Nelle regioni inserite in zona gialla dovrebbero valere comunque le norme del "giallo rafforzato".

Il 9 e il 10 gennaio tutta Italia sarà in zona arancione: gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici.

Il 9 e il 10 gennaio gli spostamenti sono dunque permessi all'interno del proprio Comune dalle 5 alle 22, ma vanno giustificati con il modulo di autocertificazione. Come sempre è consentito spostarsi per tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione e per lavoro o motivi di salute e necessità. Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro trenta chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. I bar e i ristoranti sono chiusi tutto il giorno, o meglio: sono aperti ma soltanto per l'asporto e la consegna a domicilio fino alle ore 22. Sono aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Aperti anche i supermercati ma restano chiusi i centri commerciali.

Le regole e i divieti in vigore da lunedì 11 a venerdì 15 gennaio

Gli spostamenti da una regione all'altra sono vietati a prescindere dal colore di ciascuna regione (salvo per le eccezioni note). E il governo ha precisato che nelle regioni che si troveranno in zona rossa la deroga agli spostamenti per due persone per andare a trovare amici o familiari è limitata agli spostamenti all'interno del proprio comune e non più nella regione come è stato durante le festività natalizie.
Per quanto riguarda la scuola, la data prevista al momento per il rientro in classe in presenza al 50% degli alunni delle superiori è lunedì 11 gennaio: questo vale per le regioni arancioni e gialle, mentre si continuerà con la didattica a distanza in quelle che lunedì prossimo dovessero trovarsi in zona rossa e in quelle dove sono scattate le ordinanze dei singoli governatori, tra cui il Friuli Venezia Giulia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento