Alitalia, niente voli da Trieste almeno fino a inizio settembre

Fedriga, disinteresse da parte del Governo; per il segretario regionale della Fit Cisl Fvg, Antonio Pittelli "una scelta miope"

Non riprendono al momento i collegamenti Alitalia da e per il Trieste Airport.Laripartenzaè prevista non primadel31agosto e il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, sbotta: "Ho già avuto più volte un'interlocuzione con il Governo" sulla necessità di un ripristino dei voli. "Mi sembra di notare un disinteresse e di questo me ne dispiaccio". "Penso che sia inaccettabile - aggiunge - che un'azienda che prende soldi pubblici, soldi dei cittadini anche del Fvg si comporti in questo modo. Dividiamo i 3 miliardi rispetto gli abitanti del Fvg, ci lascino quei soldi e paghiamo noi altre compagnie aeree e facciamo collegamenti in tutto il mondo non solo con Milano e Roma".

In una nota Alitalia ha precisato di aver "previsto la riattivazione dei voli con la capitale" da e per l'aeroporto di Trieste dopo il 31 agosto 2020, in quanto l'operatività del collegamento durante il mese di agosto avrebbe generato un'ingente perdita economica a causa dello stagionalmente basso livello di domanda combinato anche al mancato accoglimento da parte del gestore di Ronchi dei Legionari alla richiesta di riconoscere alla Compagnia condizioni di costo dei servizi aeroportuali in linea con quelle riconosciute alle compagnie straniere. Alitalia riferisce inoltre di aver "trasmesso ai vertici degli organi di controllo evidenze circa la discriminazione economica con la quale viene assistita, circostanza presente nella maggioranza degli aeroporti italiani ed incompatibile con gli interventi di efficientamento in atto".

I sidacati

E’ assolutamente miope l’atteggiamento di Alitalia di non fare ripartire da subito i voli dal Friuli Venezia Giulia. “Siamo nel pieno di una stagione estiva che finalmente ha cominciato a vedere dei numeri positivi.  Le persone, se pur con le dovute precauzione hanno cominciato a riconquistare fiducia nei mezzi di spostamento. Perciò riteniamo inspiegabile la spiegazione data da Alitalia per giustificare la sua scelta nella mancanza di domanda” – commenta il segretario regionale della Fit Cisl Fvg, Antonio Pittelli. Riteniamo – si legge in una nota della categoria sindacale - invece che la domanda vada intercettata, con tutti gli strumenti ritenuti idonei e fra questi sicuramente non risulta la totale cancellazione dell’offerta. Si ricorda inoltre che sull’aeroporto di Trieste sono stati fatti numerosi investimenti e che ancora la situazione dei lavoratori del settore è molto critica. I cittadini del Friuli Venezia Giulia meritano una maggiore attenzione da parte della compagnia di bandiera, anche in considerazione dei soldi pubblici, provenienti anche dalla nostra regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento