Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

Parte oggi la somministrazione della terza dose di vaccino in Friuli Venezia Giulia

Per i soggetti fragili, immunocompromessi o particolarmente esposti, è arrivato giorni fa il via libera del ministero della Salute: al via oggi la somministrazione in Fvg

Da oggi, lunedì 20 settembre, si aprono in Friuli Venezia Giulia le prenotazioni riservate alla terza dose del vaccino anti-Covid per le categorie di grave fragilità indicate dalla circolare ministeriale e cioè:

  • i trapiantati di organo solido in terapia immunosoppressiva
  • i trapiantati di cellule staminali ematopoietiche, 
  • coloro che sono attesa di trapianto d'organo, 
  • chi fa terapie a base di cellule T, 
  • chi ha una patologia oncologica in trattamento, 
  • chi ha immunodeficienze primitive o secondarie, 
  • chi è in dialisi e ha un'insufficienza renale cronica grave, 
  • chi ha subito un'asportazione della milza, 
  • i malati di Aids

Come fare

Ci si potrà prenotare a partire da 28 giorni dopo la somministrazione della seconda dose presso gli sportelli Cup delle Aziende sanitarie, nelle farmacie abilitate, tramite il Call Center regionale allo 0434/223522 o con la WebApp. Le persone rientranti in questa fascia, per accedere alla somministrazione, dovranno sottoscrivere nel punto vaccinale un'autocertificazione in ordine alla propria condizione di fragilità rientrante nelle disposizioni ministeriali. Inoltre bisognerà avere con sé il green pass o il certificato vaccinale.
Chi è in carico ai Centri per i trapianti, le persone dializzate e quelle HIV positive potranno anche effettuare la dose addizionale direttamente presso i Centri specialistici di riferimento. Il tipo di vaccino che verrà inoculato - Pfizer o Moderna - dovrà essere preferibilmente lo stesso usato in occasione della seconda dose, ma sono possibili anche vaccinazioni con farmaci diversi, come stabilito da Aifa.

Terza dose per tutti e tutte?

In una intervista a La Stampa Guido Rasi, ex direttore Ema, professore ordinario di Microbiologia a Roma Tor Vergata e consulente del generale Figliuolo, ha spiegato che la terza dose di vaccino anti Covid "non ha senso prima di nove" mesi: "Come dice l'Fda sopra i 65 anni può essere giustificato dopo un anno, ma per gli altri non ci sono dati sufficienti. Alcune persone si difenderanno grazie alle cellule della memoria, mentre altre potrebbero avere bisogno della terza dose. Solo col tempo si capiranno i reali bisogni della popolazione".

Insomma, per adesso "non ci sono dati sufficienti per una terza dose a tutti, ma è giusto iniziare da persone fragili, operatori sanitari e over 65. È l'indicazione dell'Fda e sarà probabilmente quella dell'Ema" che si esprimerà "probabilmente entro la fine del mese". "Tutte le categorie fragili, malate o allergiche possono fare i vaccini a Rna - ha affermato ancora Rasi -, anzi sono coloro che ne hanno più bisogno".

Secondo una recente revisione condotta da un gruppo internazionale di scienziati, fra cui anche esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità Oms e dell'Agenzia del farmaco americana Fda, pubblicata su "The Lancet", anche contro la variante Delta di Sars-CoV-2, l'efficacia dei vaccini Covid-19 è tale da rendere "non appropriate" dosi vaccinali di richiamo per tutti. I ricercatori hanno analizzato le evidenze prodotte da studi randomizzati controllati e da studi osservazionali pubblicati su riviste peer-reviewed e piattaforme pre-print. In media, la vaccinazione anti-Covid mostra un'efficacia del 95% contro la malattia grave causata sia dalla variante Delta sia dalla variante Alfa del coronavirus pandemico, nonché un'efficacia superiore all'80% nel proteggere contro qualsiasi infezione associata a queste varianti. Info da today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte oggi la somministrazione della terza dose di vaccino in Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento