Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

"Il turismo in Fvg non è solo i capoluoghi": località balneari e città Unesco si fanno sentire

Tavolo permanente su turismo e grandi eventi tra Regione, Promoturismo e Comuni. Martines: “Non si coinvolgano solo i capoluoghi ma anche città UNESCO e balneari. Bini consulti tutti i soggetti interessati”

Bene i apoluoghi, bene il dialogo sul turismo, ma devono partecipare tutte le località di interesse. Questo in sintesi il pensiero del sindaco di Palmanova Francesco Martines.

L’attività di programmazione su base pluriennale su turismo e grandi eventi non può e non deve rimanere a vantaggio solo dei quattro comuni capoluogo, ma bisogna coinvolgere anche le città UNESCO e quelle del turismo di massa balneare. Come già ho comunicato all’assessore regionale Bini, ben venga un tavolo permanente e periodico ma al quale si possano sedere tutti i soggetti protagonisti dell’offerta turistica regionale”, questa la richiesta del sindaco di Palmanova Francesco Martines dopo la proposta dell’assessore regionale al turismo di attivare un tavolo permanente dedicato a turismo e grandi eventi in regione. Un tavolo di programmazione e consultazione dedicato alle attività turistiche e ai grandi eventi, al quale, ad ora, sono stati chiamati a partecipare solo i rappresentanti dei quattro capoluoghi di provincia regionali.

La proposta

Giustissimo valorizzare il nostro territorio, coordinare le iniziative evitando di sovrapporre eventi di rilievo ma questo lo si può fare solo se vengono interpellati e costruiscono assieme la programmazione tutti i soggetti che, in un modo o nell’altro, fanno da poli di attrazione turistica per la regione. Superiamo le logiche di campanile, giungendo alla definizione dei soggetti attivi che concorrono alla creazione di un’offerta turistica varia e articolata come quella che abbiamo sul nostro territorio. Come si può pensare di programmare triennalmente i grandi eventi senza pensare di coinvolgere le amministrazioni comunali di Grado e Lignano, senza tener conto dell’attrattività di città UNESCO quali Aquileia, Cividale e Palmanova? Non esistono più le province e molto spesso i capoluoghi sono assorbiti dalle attività interne senza pensare al coinvolgimento dei territori limitrofi. Con la volontà di consultare solo i capoluoghi, intere porzioni del Friuli Venezia Giulia non verrebbero coinvolte e quindi lasciate ad una programmazione non coordinata e priva di prospettiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il turismo in Fvg non è solo i capoluoghi": località balneari e città Unesco si fanno sentire

UdineToday è in caricamento