Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Le sindache della Carnia in prima linea per sostenere le donne

Sei incontri gratuiti con esperti e consulenti per aiutare la crescita personale e professionale delle donne di montagna

riunione empowerment

La crescita delle donne in un territorio difficile come la montagna potrebbe essere il reale motore dello sviluppo locale. Per questo le sindache della montagna friulana si sono attivate con un progetto La Carovana dell’Empowerment al femminile in Carnia, in collaborazione con ASPIC FVG e la Cooperativa Cramars di Tolmezzo. Si tratta di sei workshop gratuiti e itineranti per promuovere la crescita personale e professionale delle donne e il loro legame con il territorio. Gli appuntamenti sono organizzati insieme al Comune capofila di Prato Carnico e ai Comuni di Comeglians, Forni Avoltri, Preone, Rigolato, Amaro e Paluzza.

Gli appuntamenti e le modalità di partecipazione

I sei workshop itineranti saranno organizzati su base locale e coinvolgeranno i cinque comuni che fanno parte del partenariato, con la Carovana che si sposterà portando i consulenti direttamente sul territorio: mercoledì 9 giugno sarà a Forni Avoltri, il 16 giugno a Preone, il 23 giugno a Rigolato, il 30 giugno a Paluzza e il 7 luglio ad Amaro. È previsto per settembre, con data da definire, l’appuntamento conclusivo a Prato Carnico.

Per agevolare le partecipanti ai workshop, parallelamente ai sei appuntamenti saranno proposti dei kinderheim gratuiti con animazioni per i più piccoli.

Per ogni workshop è prevista la partecipazione gratuita e aperta a tutti con prenotazione obbligatoria. Chiunque lo desideri può iscriversi inviando una mail alla ccopperativa Cramars oppure telefonare allo 0433 41943.

Le dichiarazioni

“Siamo donne che si prendono cura delle donne - afferma Erica Gonano, Sindaca di Prato Carnico - e vogliamo che il legame tra donne e territorio diventi indissolubile. Questi workshop itineranti puntano a far crescere e far ripartire la risorsa femminile sia dal punto di vista personale che professionale, partendo dall’ascolto delle esigenze".

Aggiunge Anna Degano, Presidente di ASPIC FVG: “La Carovana dell’Empowerment al femminile parte dal concetto innovativo di psicologia di comunità, che agisce sulla motivazione della popolazione rosa come motore per sostenere un territorio, quello della montagna friulana, che presenta evidenti potenzialità di crescita. Agiamo con l’obiettivo di ridare fiducia alle donne affinché esse, creando rete e costruendo consapevolezza personale e professionale, possano riprendere in mano il destino della terra in cui vivono”.

Spiega Stefania Marcoccio, Presidente della Cooperativa per lo sviluppo sociale Cramars: “Per la prima volta il tema delle pari opportunità e quello dello sviluppo locale trovano un punto di incontro in un progetto creato dalle donne delle istituzioni per aiutare quelle del territorio, perché esse rappresentano un elemento cruciale nelle comunità di montagna. Infatti, se le donne se ne vanno, la montagna muore e nonostante la realtà carnica esprima una potenziale vivacità del sistema imprenditoriale in rosa, le attività gestite da donne sono ancora poche."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le sindache della Carnia in prima linea per sostenere le donne

UdineToday è in caricamento