rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità Cividale del Friuli

Emozioni archeologiche al Tempietto Longobardo di Cividale, dove sono emersi i resti di tre individui

Gli archeologi e restauratori della Soprintendenza hanno sollevato la lastra centrale del presbiterio del Tempietto Longobardo a Cividale del Friuli e aperto la cassetta all'interno della quale sono conservati i resti di tre individui

Al Tempietto Longobardo di Cividale del Friuli, archeologi e restauratori della Soprintendenza hanno sollevato ieri, venerdì 19 novembre, la lastra centrale del presbiterio ed aperto la cassetta conservata. All'interno della cassetta sono conservati i resti di tre persone (sicuramente uno era un bambino) ricomposti nel 1968. Inserita all'interno c'era anche la documentazione relativa.
«Attendiamo ora i pareri degli esperti e le analisi e studi che verranno effettuati», fanno sapere dal Comune di Cividale del Friuli. 

I ritrovamenti

Gli studiosi spiegano che in quella posizione (nel presbiterio del Tempietto sotto l'altare) fu trovato il sarcofago/urna di Piltrude, leggendaria fondatrice del Monastero. Due pezzi marmorei del sarcofago si possono ancora ammirare nel Tempietto. Durante lo smembramento del sarcofago avvenuto negli anni Sessanta, gli archeologi trovarono al suo interno delle ossa umane appartenuti a tre individui. Queste ossa furono riseppellite in una cassetta posta sotto l’altare del Tempietto, dove ancora si trovano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emozioni archeologiche al Tempietto Longobardo di Cividale, dove sono emersi i resti di tre individui

UdineToday è in caricamento