Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

La nostra regione è ufficialmente in "zona arancione": da domenica - compresa - cambieranno le regole sugli spostamenti e sulle aperture di esercizi commerciali

Ora è ufficiale: da domenica 17 gennaio compresa, il Friuli Venezia Giulia diventa zona arancione. Saranno dunque inasprite le restrizioni, che resteranno in vigore almeno per le prossime due settimane.

Oggi sono stati dunque approvati sia il nuovo Dpcm e che il decreto che stabiliscono regole e divieti fino al 5 marzo 2021, in tutta Italia. Queste le principali novità introdotte: gli impianti da sci rimangono chiusi fino al 15 febbraio, palestre, piscine, teatri e cinema fino al 5 marzo, i musei potranno aprire dal lunedì al venerdì ma solo in fascia gialla, cibo e bevande potranno essere acquistati nei bar soltanto fino alle 18.
Fino al 15 febbraio non si potranno superare i confini, regola che vale anche per le regioni in fascia gialla.

Fvg zona arancione

Nell’area arancione è consentito spostarsi esclusivamente all’interno del proprio comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivare lo spostamento. Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, a eccezione per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sono sempre vietati gli spostamenti verso altri Comuni e verso altre regioni, a eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute. È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
Per spostamenti verso altri Comuni, nonché dalle 22 alle 5 anche all’interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali.

Spesa e negozi

È possibile fare la spesa in un comune diverso da quello in cui si abita solo ed esclusivamente se i negozi per fare la spesa non sono disponibili nel proprio comune. Non sono previste limitazioni alle categorie di prodotti acquistabili. In zona arancione i centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Restano aperte farmacie, parafarmacie, supermercati, tabacchi ed edicole al loro interno. Gli altri negozi restano aperti sempre, se non si trovano all’interno dei centri commerciali.

Altre attività

I bus continuano a circolare, ma la capienza viene ridotta del 50% per il trasporto pubblico locale. Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto, dalle 5 alle 22 e, seguendo le normali regole già in vigore in ogni comune, è possibile uscire di casa per gettare i rifiuti. È sempre possibile uscire con l’animale da compagnia, senza creare assembramenti. Si può uscire per fare una passeggiata o fare attività motoria, dalle 5 alle 22, preferibilmente in luoghi isolati, nei pressi del proprio domicilio. Ci si può recare nell’orto anche al di fuori del comune di residenza. Si può usare l’automobile con persone non conviventi purché con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

Ristoranti, pizzerie, pasticcerie e altre attività di ristorazione

I locali sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario, ma che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. L’ingresso e la permanenza nel locale sono autorizzati per il tempo strettamente necessario per l’asporto. Vale anche per i centri culturali, sociali e ricreativi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

UdineToday è in caricamento