Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Vaccini, Fvg in fondo alla classifica in Italia per numero di somministrazioni: la polemica

“La Regione Fvg ha molto da migliorare, no polemiche con Governo”: dichiara il segretario regionale Pd Cristiano Shaurli. La replica è del leghista Bordin

Si sono aperte oggi, con un buon flusso di persone, le prenotazioni al vaccino anticovid per la fascia d'età 50-59. Eppure in regione le cose non sembrano andare benissimo. “Nonostante le prenotazioni per gli over 50 sembrino buone per cui va detto un grande grazie ai cittadini della regione, gli ultimi dati ci dicono che nella percentuale fra dosi consegnate e somministrate siamo al terz'ultimo posto, peggio di noi fanno soltanto Sicilia e Sardegna. Le classifiche ci interessano poco e come sempre il presidente Fedriga avrà una scusa buona o magari ci diranno che è solo colpa dei cittadini, come già successo. Stonata l’esibita soddisfazione del presidente e dell’assessore alla Salute”. Così il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, analizzando i dati diffusi dal ministero della Salute e aggiornati alle 17.21 di ieri, in base ai quali il Friuli Venezia Giulia, con l’81,2% si colloca al terz’ultimo posto tra le Regioni con la percentuale maggiore di somministrazioni rispetto alla dotazione, dopo Sardegna (79%) e Sicilia (78,8%).
Questi dati ci dicono che c'è molto da migliorare per quanto spetta fare alla Regione ed è davvero insopportabile - sottolinea Shaurli - che si riparta con le polemiche contro il governo, su orari o parametri che non ci vanno bene: è una pantomima che va avanti da oltre un anno”.
Per Fedriga non c'è stato alcun problema - ricorda il segretario dem - a dire come niente fosse, in piena prima ondata ‘venite a sciare in Fvg Covid free’, poi ‘chiudiamo le scuole prima di altri’, poi ancora, prima della terribile terza ondata che ha visto in Regione record di decessi e contagi, ‘tutti in piazza a chiedere di aprire le sera’, dopo ‘i colori non vanno bene’ e il giorno successivo ‘i cittadini sono irresponsabili’. Ora non va più bene l'indice di contagio: Fedriga si decida  finalmente a dare messaggi coerenti, lavori a quello che gli compete e permetterà progressive e maggiori aperture”.

La replica

"I dati del sistema vaccinale del Friuli Venezia Giulia sono fra i migliori in Italia a cui si va ad aggiungere il miglior indice di occupazione delle terapie intensive che mostra come la nostra regione sia al vertice della graduatoria con la percentuale più bassa; ma se qualcuno pensa che questi dati siano sufficienti per fermare lo stillicidio di polemiche del Partito democratico, si deve ricredere visto che ancora oggi il collega Cristiano Shaurli ha colto l'occasione per polemizzare e criticare l'operato di questa amministrazione", scrive in una nota il capogruppo della Lega, Mauro Bordin, ribadendo come "l'atteggiamento del Partito democratico non sia più solo strumentale, ma sia diventato incomprensibile e credo anche fastidioso per i cittadini che si rendono conto dell'ottima organizzazione e dell'efficienza del sistema di vaccinazione". Bordin ricorda come "la vaccinazione non sia obbligatoria, ma facoltativa e quindi le somministrazioni dipendono anche dalla propensione e dalla disponibilità delle persone in tale senso. Da questo punto di vista, alla luce degli ultimi dati di adesioni, la sensibilizzazione perseguita dall'amministrazione e dalle forze politiche, a cui invitiamo ad unirsi anche il collega Shaurli, sta dando i suoi frutti".

"La nostra Regione ha addirittura chiesto una fornitura maggiore di vaccini. Per quanto riguarda le adesioni, i vaccini somministrati e in generale l'organizzazione del sistema vaccinale regionale, il Friuli Venezia Giulia non ha nulla da invidiare ad altre realtà. Dispiace che, ancora una volta, invece di evidenziare i meriti si preferisca - conclude Bordin - interpretare percentuali ed evidenze con il solo scopo di minare l'operato del Governatore Fedriga e del Vicepresidente Riccardi", conclude Bordin.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Fvg in fondo alla classifica in Italia per numero di somministrazioni: la polemica

UdineToday è in caricamento