Con lo smantellamento dei decreti Salvini «migranti liberi di muoversi in città e di fare lavori socialmente utili»

Il sindaco di Udine Pietro Fontanini non è contento delle decisioni del governo sul tema immigrazione. "Si tornerà ai tempi del signor Honsell, con i migranti liberi di muoversi"

Immagine d'archivio

La notizia è arrivata ieri: il governo Conte ha rivisto i decreti Salvini in materia immigrazione smorzando quelle che erano le intenzioni dell'allora ex ministro dell'Interno. A interrogarsi su quelle che saranno le conseguenze dirette della manovra a livello locale è stato il primo cittadio di Udine, Pietro Fontanini, da sempre convinto sostenitore del pensiero del leader leghista. 

«La revisione dei decreti Salvini comporta che torneremo ai modelli di accoglienza che c'erano prima: è previsto che (ai richiedenti asilo, n.d.r.) dobbiamo dargli un documento di riconoscimento che gli permetterà di girare in città dove vogliono senza nessun problema. Potranno anche fare anche dei lavori socialmenti utili. Si tornerà alla situazione che c'era due anni fa qui a Udine e nel resto d'Italia». Per Fontanini lo smantellamento dei decreti è una notizia non buona che si va ad aggiungere a quella arrivata ieri di un nuovo caso di positività tra le persone migranti presenti all'ex caserma Cavarzerani.

Cavarzarani zona rossa

«L'Asl ha segnalato che una persona ospite della ex Cavarzerani è risultata positiva al Coronavirus e quindi, in sintonia con quanto avvenuto nel mese di agosto, i 197 ospiti dovranno restare all'interno della caserma per fare la quarantena fino al 15 ottobre: è una regola che riguarda tutti, anche i cittadini che non sono entrati in maniera illegale sul nostro territorio. Chi viene a contatto con una persona positiva deve fare la quarantena, io spero non ci siano problemi: l'altra volta avevamo più ospiti, adesso il numero è dimezzato, però è chiaro che fin quando la Prefettura non farà delle zone all'interno che sono esclusive per un determinato numero di persone, tutti dovranno fare la quarantena in quanto tutti ipoteticamente entrati in contatto con il positivo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

  • Coronavirus: 90 nuovi casi, tre decessi, due focolai a Martignacco e Gradisca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento