Caos piscine a Udine, mancano spazi per atleti e associazioni

Venanzi: "La piscina di via Pradamano va lasciata aperta, si rischia il fuggi fuggi in strutture presenti in altri comuni"

La piscina coperta di via Pradamano va lasciata aperta. A pensarla così è Alessandro Venanzi, capogruppo del Pd, che è particolarmente scettico in merito alla chiusura della struttura durante il periodo estivo.

“Se è vero che vanno applicate tutte le disposizioni previste per il contenimento del Covid 19, è altrettanto vero che agonisti e associazioni che hanno a che fare con ragazzi disabili o con difficoltà motorie vengono a ritrovarsi senza uno spazio adatto alle loro necessità. La piscina esterna del Palamostre, infatti, è utilizzata per lo più come spazio di svago, ma chi ha la necessità di allenarsi seriamente - dopo anche i lunghi mesi di stop per via del Coronavirus - non può più farlo visto che l'accesso è consentito solo per la vasca esterna. 

La decisione di tenere chiuso durante l’estate anche la piscina al coperto di via Pradamano, oltre che gli spazi interni della vasca del Palamostre, riduce ulteriormente lo spazio d’azione e vede udinesi e sodalizi del territorio costretti a  traslocare nelle piscine dell’hinterland.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ chiaro  - prosegue Venanzi - che la situazione richiede massima cautela per via dell’emergenza sanitaria - ma invece che limitarsi alla chiusura dello stabile si potrebbe pensare a una serie di soluzioni che ne permettano comunque l’utilizzo, dall’ingresso contingentato alla chiusura ritardata per permettere maggiori accessi nell’arco delle 24 ore. In caso contrario a beneficiarne saranno le piscine di Villa Primavera, Cividale e Tavagnacco che si sono già ben organizzate per accogliere nuotatori di tutte le età. Una mossa che potrebbe trasformarsi velocemente da un arrivederci ad un addio se i clienti si trovassero meglio in queste strutture" - conclude Venanzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento