Attualità

"La scuola online mette a rischio la salute degli studenti": il parere medico-scientifico

Secondo il Cts la Didattica a Distanza è pericolosa per i ragazzi e può andare avanti solo per un breve periodo. I rischi psicologici segnalati dal pediatra

La scuola online mette a rischio la salute degli studenti. Mentre gran parte del paese si avvia verso la Didattica a Distanza - tutta la sua scuola superiore, le seconde e terze medie delle regioni con tassi di contagio più alti - il Comitato Tecnico Scientifico lancia l'allarme: il pediatra Alberto Villani e il pneumologo Luca Richeldi segnalano i rischi psicologici per la fascia di adolescenti 12-19 anni: "Hanno già subito un importante impatto nel periodo finale dello scorso anno scolastico".

Il parere 

Esiste consolidata letteratura sulle perdite per i più piccoli causate dalla Dad e il pediatra Giorgio Tamburlini, presidente del Centro per la salute del bambino di Trieste, autore con ventidue colleghi di una lettera per mettere l’infanzia al centro del Decreto Rilancio, sostiene: «I danni provocati dalla chiusura delle scuole, così protratta, sono stati tanti e altri ne avremo. La Dad non è stata efficace, la mancanza di sostegni per i bambini con difficoltà di apprendimento, la povertà, anche culturale, di certi contesti familiari hanno esacerbato le situazioni già problematiche. E anche là dove i bambini hanno avuto a disposizione la tecnologia necessaria e genitori supplenti dei maestri, questa situazione non è stata indolore. La maggior parte dei piccoli ha accumulato un ritardo educativo. Sarà dura recuperarlo e rischiamo che peggiori: bisogna garantire la frequenza in presenza, soprattutto nelle fasce di popolazione più fragili, è fondamentale non solo per la formazione scolastica, ma anche per il benessere psicofisico di questa fascia di popolazione giovanile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La scuola online mette a rischio la salute degli studenti": il parere medico-scientifico

UdineToday è in caricamento