Attualità Via Pozzuolo, 330

Odissea vaccino: per alcuni è impossibile spostare la seconda dose in Friuli Venezia Giulia

Per i cittadini che fanno riferimento all'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale sembra essere una missione impossibile. Le testimonianze

vaccino anti covid

Senza nessuna risposta, continui rimpalli di responsabilità tra gli uffici e un'unica conseguenza: i cittadini non sanno dove sbattere la testa. La domanda è una sola: come si può modificare data o luogo dove fare la seconda dose del vaccino? La risposta, però, sembra impossibile da ottenere. Almeno per quel che riguarda l'Azienda sanitaria Friuli Centrale, in merito all'opera della quale, sul tema, ci sono arrivate numerose segnalazioni.

I fatti

E' stata così fatta emergere una situazione che ha dell'incredibile, per usare un eufemismo. Nel caso in cui un cittadino abbia necessità di spostare il proprio appuntamento della seconda dose del vaccino non sa che pesci pigliare: abbiamo deciso di provare a seguire l'iter per capire dove si trova il nodo del problema. Questa pratica non risulta consentita attraverso le farmacie, che possono solo fare la prenotazione della prima dose. Non è praticabile nemmeno accedendo al portale Sesamo, dove si può solo cancellare l'appuntamento, ma non si capisce quale sia la procedura per averne un altro sostitutivo.

Niente numero

Il Cup, dopo numerosi tentativi, fornisce un numero di telefono che dovrebbe essere dedicato esclusivamente a risolvere questo problema. Ma, sorpresa, il contatto è irraggiungibile. Nella fascia oraria messa a disposizione degli utenti, ovvero dalle nove all'una, dal lunedi al venerdì, risulta perennemente occupato. Non c'è un centralino a cui rivolgersi o un sistema di attesa in coda per non perdere la priorità acquisita (come invece accade per le prenotazioni ordinarie delle visite specialistiche). Solo il suono della linea occupata. Ricontattato il Cup per segnalare il disservizio, rispondono che la materia non è di loro competenza e che sono informati dei disagi, ma che non possono farci niente.

Niente spostamenti

Rivolgendosi all'Ufficio Relazioni con il pubblico dell'Asl il personale non fornisce nessuna soluzione, ma ammette di sapere della gravità della situazione ricevendo reclami continui da settimane. Inoltre, segnala che il numero di telefono fornito dal CUP fa capo al dipartimento di prevenzione. Al centralino del dipartimento affermano, in primo luogo, che non sono in grado di gestire l'enorme afflusso di chiamate, fino a 2.000 al giorno, perché c'è un'unica linea telefonica e solo da pochissimo hanno destinato tre operatori al compito di rispondere al telefono. Ma qui, oltre al danno, c'è anche la beffa: alla richiesta di maggiori informazioni viene detto che l'appuntamento non si può spostare da un hub vaccinale ad un altro. Per cui, se si è ricevuta la prima dose in un posto la seconda deve necessariamente essere inoculata nello stesso. E gli spostamenti di data, secondo una circolare interna, possono essere effettuati solo in caso di lutto, gravi motivi di salute o gravi motivi di lavoro o di studio. Informazioni che non sono state divulgate alla popolazione che è quindi ignara dI queste disposizioni. Da qui le numerose telefonate a caccia di soluzioni che restano però inevase. Alcuni cittadini esasperati, fra quelli che ci hanno contattato, hanno inviato anche mail alla pec dell'Asl ma, ad oggi, non hanno avuto nessun riscontro.

Le testimonianze

"Sono più di venti giorni che faccio dalle 15 alle 20 chiamate al giorno al numero che mi ha dato il Cup per poter spostare la seconda dose del vaccino – racconta la signora F.C. di 68 anni, residente a Udine –. La prima dose l'ho fatta a Tarvisio, perché quando ho potuto prenotare era l'appuntamento più vicino come data. Quando ho fatto la prima dose, il medico mi ha suggerito di spostare la seconda in un hub più vicino a casa. Cosa che sto tentando di fare da qualche settimana. Trovo sia vergognoso non riuscire ad avere nessuna risposta. Se poi sarà vero che non posso spostare il luogo dell'appuntamento, avrò perso solo tantissimo tempo. E per fortuna che sono pensionata e il tempo non mi manca. Comunque è pazzesco, sui giornali parlano di vaccinarsi in vacanza e all'interno della stessa Asl non si sa se sia possibile cambiare posto!".

S.P. di 48 anni, residente a Udine:"Sto provando a chiamare il famoso numero che mi ha dato il Cup, da settimane. Tramite Sesamo è impossibile cambiare la data. Con la web app nemmeno. Mi sono anche rivolta alla mia farmacia di fiducia tramite cui avevo prenotato la prima dose, ma nulla di fatto. Mi hanno detto che loro non possono procedere. Vorrei anticipare l'appuntamento. Visto che la situazione si è un po' tranquillizzata, ho degli impegni di lavoro che, quando ho accettato la data della seconda dose, non erano previsti. Rischio di far saltare una cosa o un'altra. Ho provato anche a scrivere una pec, unico contatto che c'è sul sito di Asu Fc ma non mi hanno mai risposto. Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensa l'assessore Riccardi e se sa come viene gestita malamente tutta questa situazione. Una mia amica in Lombardia ha gestito tutto tramite l'app di Poste e in cinque minuti aveva risolto. Qui sembra che sia impossibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odissea vaccino: per alcuni è impossibile spostare la seconda dose in Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento