Attualità Rizzi / Piazzale Repubblica Argentina

La Dacia Arena diventa centro vaccinale: tutti i friulani in curva per tifare contro il covid

Iniziativa realizzata grazie alla collaborazione tra Regione Friuli Venezia Giulia, Confindustria Udine e Udinese Calcio

Dopo Villa Manin, luogo di cultura per eccellenza del Friuli Venezia Giulia, ora anche la Dacia Arena è diventata a tutti gli effetti centro vaccinale di riferimento per la nostra regione. 

Villa Manin, successo per la due giorni di vaccinazioni

Con le prime somministrazioni di vaccini ai dipendenti delle aziende associate a Confindustria Udine, è stato ufficialmente inaugurato a Udine, questa mattina, in prossimità dell’ingresso della curva nord, l’HUB vaccinale regionale Dacia Arena per la campagna di immunizzazione dei lavoratori delle imprese associate gestito da Confindustria Udine in collaborazione con Croce Rossa Italiana del FVG, ASA, Ordine degli Infermieri dell’ex provincia di Udine, Udinese Calcio Spa, CGIL, CISL e UIL. “Sono orgogliosa di questo risultato. Sono orgogliosa di essere friulana. Sono orgogliosa di far parte di questo territorio” sono state le prime parole della presidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli, che ha poi riassunto la capacità vaccinale dell’hub Dacia Arena, aperto sei giorni su sette per potenziali 130 dosi di vaccini all’ora. “Ora attendiamo soltanto che arrivino i vaccini per i lavoratori. Se arriveranno, siamo pronti. Altrimenti, questo hub è a piena disposizione della Regione perché il fine di tutto è vaccinarsi”.

stadio-5

All’inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, il vicepresidente della Regione FVG e assessore alla Salute, Riccardo Riccardi, l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, il direttore generale dell’Udinese Calcio, Franco Collavino, con alcuni giocatori della squadra, e i rappresentanti dei soggetti partner coinvolti nell’iniziativa. “Oggi è una giornata simbolicamente importante - ha esordito Riccardi -, ma la sfida ora resta quella di convincere la gente a vaccinarsi non solo a tutela della propria salute, ma anche come forma di rispetto di chi ci sta vicino”. Il vicepresidente della Regione ha poi parlato di numeri in miglioramento in FVG, con un indice di positività in costante discesa.

Uno sforzo collettivo

Dal canto suo, l’assessore Bini, dopo aver ringraziato la presidente e Confindustria Udine per questo risultato, ha ricordato che “il Friuli ha un sistema economico forte ed è forte la sua manifattura. I numeri hanno dimostrato che la nostra economia ha retto in maniera importante, nonostante un anno difficile, complicato, quasi impossibile causa covid. Un plauso, quindi, alle associazioni di categoria come Confindustria Udine per aver accompagnato le imprese lungo percorsi di crescita”.

stadio-4

Da ultimo, Collavino ha sottolineato come la Dacia Area sia il primo stadio in Italia a mettere a disposizione i propri spazi interni come hub vaccinale. “Fin dall’inizio della pandemia, abbiamo voluto essere d’esempio a tutela dei nostri tesserati e del nostro personale, ma più che altro, con questa iniziativa, vogliamo confermare come il nostro stadio sia a disposizione delle comunità e lo sarà sempre più in un prossimo futuro”. Anche Collavino ha sposato l’appello a vaccinarsi:Il calcio è un veicolo strepitoso per diffondere messaggi positivi: vacciniamoci tutti per tornare quanto prima alla normalità”. 

ingresso hub dacia arena-2

I numeri

"Allestire un hub vaccinale grazie alla collaborazione tra Servizio sanitario, Confindustria e Udinese Calcio oltre a essere un altro passo avanti per sconfiggere la pandemia è un'iniziativa dall'alto valore simbolico. Nel corso dell'ultimo anno e mezzo abbiamo combattuto una battaglia durissima contro un nemico inizialmente sconosciuto, ma ora ci troviamo di fronte a quello che pare essere l'ultimo miglio di questa sfida", ha riferito il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, all'inaugurazione del nuovo hub vaccinale allestito alla Dacia Arena di Udine.

La struttura

La struttura, allestita all'interno dello stadio e dotata di numerose postazioni, può effettuare fino a mille vaccinazioni al giorno ed è stata inaugurata con la somministrazione delle prime 150 dosi di vaccino ai lavoratori delle imprese aderenti a Confindustria Udine. Ora opererà in sinergia con il servizio sanitario regionale.

box vaccino dacia arena-2

Ringraziando i promotori del progetto per l'importante strumento messo a disposizione dei lavoratori e dei cittadini, Riccardi ha spiegato che, "anche se ci sono alcune incertezza rispetto alle consegne di vaccini Astra-Zeneca e Moderna, questa settimana riceveremo un carico rilevante di dosi Pfizer - ha spiegato Riccardi -. Abbiamo una capacità vaccinale che oscilla tra 70 e 80mila inoculazioni a settimana e una coerente disponibilità di vaccini, quindi dobbiamo accelerare sulle somministrazioni. L'autorizzazione da parte del generale Figliuolo alla vaccinazione dei lavoratori è un'opportunità che va sfruttata nel modo migliore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Dacia Arena diventa centro vaccinale: tutti i friulani in curva per tifare contro il covid

UdineToday è in caricamento