rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
nuove regole

Green pass ridotto e le altre regole: cosa cambia nelle prossime settimane

Lo stato di emergenza in scadenza il 31 marzo prossimo non sarà prorogato, ma il ministro della Salute Roberto Speranza predica cautela e consiglia di non smantellare tutto l'impianto di regole e restrizioni

Lo stato di emergenza, dovuto alla pandemia da coronavirus, scade in Italia il prossimo 31 marzo. Ma c'è un ma: "con 60 mila casi al giorno, è un errore" eliminare tutte le restrizioni (parola di ministro Speranza) e quindi sì, ancora per un po', alle mascherine al chiuso, al Green Pass e forse anche alla quarta dose in autunno: la fine dello stato di emergenza non implica la fine contestuale del Green Pass. Dall'1 marzo scatterà l'aumento della capienza negli stadi e nei palazzetti (75% e 60%); dal 10 del mese si potrà tornare a mangiare nei cinema e negli impianti sportivi e visitare i propri familiari ricoverati.

Da oggi lunedì 21 febbraio quattro Regioni passano dalla zona arancione alla zona gialla, in base a una nuova ordinanza del ministro della Salute: si tratta di Abruzzo, Marche, Piemonte e Valle d'Aosta, mentre in zona arancione resta il Friuli Venezia Giulia.

Cosa cambierà ad aprile

Difficile pensare che dal 1º aprile in avanti servirà il certificato verde per tutte le attività per le quali è richiesto oggi: l'Italia sarebbe un unicum a livello europeo. È più che probabile il ritorno al solo tampone per alcune attività per le quali ora vige l’obbligo della certificazione verde rafforzata. Ma anche la cancellazione di qualsiasi certificato per le attività all'aperto, e per non frenare la ripartenza del turismo, non è esclusa, consentendo a italiani e stranieri privi di Green Pass di programmare le vacanze anche a Pasqua, non solo in vista dell'estate. In qualche modo (impossibile sapere oggi i dettagli) bar e ristoranti, siti culturali e spettacoli, piscine e attività sportive all’aperto potrebbero tornare agibili anche ai non vaccinati già da aprile. Le opzioni non sono molte a conti fatti: o abolizione oppure "solo" Green Pass base, con tampone. Cinema, teatri, palestre, potrebbero invece attendere, resteranno aperti solo a chi ha il Super Green Pass. 

È molto probabile che non servirà più alcun certificato verde già ad aprile per shopping, banche e uffici postali. E forse anche per i clienti di parrucchieri, barbieri, estetisti e tutti i centri di servizi alla persona. Quasi sicuramente il Green pass, super o base, resterà invece fino all'estate nei trasporti, almeno quelli a lunga percorrenza (aerei, bus, traghetti). Se il Green Pass andrà incontro a modifiche, se marginali o sostanziali resta da vedere, sembra che non ci sia la stessa fretta di superare le mascherine al chiuso, che resteranno obbligatorie ancora a lungo. Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, va ribadendo che "negli ambienti chiusi l'uso delle mascherine è rilevantissimo". 

Due Green Pass

Oggi come oggi in Italia esistono il green pass base e il green pass rafforzato (noto anche come super green pass). 

Per green pass base: si intende la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.
Per green pass rafforzato: si intende soltanto la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione o guarigione. Il green pass rafforzato non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare.
Il green pass “rafforzato” è richiesto in zona bianca, in zona gialla e in zona arancione per accedere a numerose attività e servizi. Dal 15 febbraio 2022, a tutti i lavoratori del settore pubblico e privato, a partire dai 50 anni di età, è richiesto il green pass rafforzato, fino al 15 giugno 2022.

L'obbligo di vaccinazione 

L’obbligo vaccinale per il personale sanitario, per quello scolastico, per le forze dell’orine e per gli over 50 resterà almeno fino al 15 giugno e così l’obbligo di green pass rafforzato per tutti i lavoratori del settore pubblico e di quello privato (autonomi e professionisti compresi). Ma l’iter per allentare le ultime restrizioni è partito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass ridotto e le altre regole: cosa cambia nelle prossime settimane

UdineToday è in caricamento