Attualità

Respiro internazionale per More Than Jazz

La kermesse, giunta alla terza edizione, presenta un ricco calendario di appuntamenti

conferenza stampa More Than Jazz

Tornano ad animarsi le serate in centro a Udine. E More than Jazz, organizzato da Simularte, vuole renderle ancora più magiche con le atmosfere musicali del jazz. Ogni giovedì sera, a partire dal primo di luglio e fino al 26 agosto, nell'incantevole cornice di piazza Libertà, dalle 21 e trenta andrà in scena la musica con eccezionali ospiti internazionali. Sono disponibili duecento posti, l'ingresso è gratuito ma è necessaria la prenotazione. In caso di mal tempo ci si trasferirà alla tensostruttura, adibita dal comune in Piazza Venerio. Oltre ai nove appuntamenti canonici si sono aggiunti tre spettacoli fuori porta a Manzano, Reana del Royale e Tavagnacco.

Il calendario

Si parte il primo luglio con John De Leo, con la sua voce strumento. Gli standard in versione rock and roll e i temi delle canzoni di Elvis Presley e Stray Cats saranno riproposti in chiave improvvisativa e abbinati a brani inediti. Oltre a John De Leo alla voce, Enrico Terragnoli alla chitarra, Stefano Senni al contrabbasso, Fabio Nobile alla batteria. PEr questo appuntamento restano pochissimi posti.

Già tutto esaurito per l'evento dell' 8 luglio.  Ospiti della rassegna, saranno gli  Aires Tango per una serata speciale in collaborazione con la casa discografica Cam Jazz di Roma e New York. La band, attiva dal 1994, nasce da un’idea del sassofonista argentino Javier Girotto che fonde le sonorità argentine con le modalità espressive tipiche del jazz. La musica degli Aires Tango ha una notevole libertà espressiva e di grande fascino, nella quale gli echi del passato si fondono con un linguaggio musicale più moderno. Un suono che rispecchia fedelmente i tratti della melodia tangueira e dell'improvvisazione jazzistica

Dall’Austria arriverà, il 15 luglio  la band  Jbbg Smål Gran Riserva  guidata dal sassofonista Heinrich von Kalnein e dal trombettista Horst-Michael Schaffer. 

Il  22 luglio  il pubblico friulano potrà applaudire  per la prima volta in assoluto la Jeunesse Musicale World Big Band , la più importante orchestra internazionale di jazz giovanile al mondo, composta da 21 talentuosi musicisti selezionati attraverso un'audizione globale. La band, diretta dal trombonista  Luis Bonilla lavora ogni anno con alcuni dei migliori musicisti e compositori del pianeta e si esibisce in tournée in prestigiosi festival europei.

Altra serata imperdibile è quella,  29 luglio , con i  WiFi CaBel , progetto originale nato dalla partnership con kultur:lx e Cam Jazz, quartetto di musicisti italiani e lussemburghesi che non mancherà di stupire il pubblico con un divertente gioco dal titolo Unplugged carico di elettricità.

Novità di quest’anno la residenza artistica del Maestro  Enrico Pieranunzi , tra i più noti e apprezzati protagonisti della scena jazzistica internazionale, che lo vedrà ,  guidare un ensemble di quattro studenti selezionati per l’occasione da prestigiose  università o realtà musicali europee:  St. Louis College Of Music di Roma, Kug Conservatorio di Graz (Austria), Hkb università delle arti di Berna (Germania) e festival jazz di Edimburgo (Scozia). Il concerto del  5 agosto  sarà frutto del lavoro di tre giorni che Enrico Pieranunzi e i giovani musicisti hanno svolto insieme.

Nel centenario della creazione di Zorro , il sassofonista  Francesco Bearzatti  e il suo Tinissima Quartet presenteranno a Udine, il  12 agosto , l’ultimo contributo di Cam Jazz al vasto e spettacolare panorama jazz. Zorro è una favolosa suite in cui trovano posto grandi temi di respiro cinematografico, interludi romantici, ampi paesaggi e inseguimenti mozzafiato.

A rappresentare la regione Friuli Venezia Giulia oltre a Francesco Bearzatti, un'imperdibile serata,  19 agosto, dedicata alla grande Mina , le cui sonorità del jazz americano, sempre presenti nelle sue interpretazioni, hanno dipinto un affresco senza tempo dei suoi classici nella canzone italiana. Ad interpretare brani intramontabili sarà  Lorena Favot,  una delle voci più interessanti e creative del panorama regionale e nazionale, unita alla bravura di tre eccezionali musicisti come il pianista  Rudy Fantin , il contrabbassista  Andrea Zullian  e il batterista  Luca Colussi .

PEr il gran finale arriva dalla Germania, il 26 agosto , il  Tingvall Trio , una delle band di riferimento dell’ultimo decennio apprezzata nel mondo. Il loro successo è internazionale: questo gruppo di artisti jazz ha ricevuto ben tre Echo Jazz Awards, e i loro album in studio hanno ricevuto dischi d’oro. Dance è il titolo del nuovo progetto, in cui il trio porta gli ascoltatori in un viaggio intorno al mondo, lasciando che sia la più ampia varietà di stili di danza ad abbagliare e affascinare, come una vivida forma espressiva emozionale.

Le prenotazioni sono attive sul sito, via telefono  dal lunedì al sabato dalle 16 alle 19 o via email.

I concerti fuori porta

Tre saranno gli spettacoli proposti da SimulArte in altrettanti comuni friulani.  Il 7 luglio  alle 21 al parco festeggiamenti di  Tavagnacco  sarà la volta di  Flavio Boltro & Fabio Giachino - Things to say . Il concerto è inserito nella rassegna Fuoriprogramma, i mercoledì musicali del Comune di Tavagnacco, organizzati dalla Fondazione Luigi Bon.  Il 16 luglio  alle 21.30 la musica si sposta nella sede dell'associazione culturale  Vigne Museum in località Rosazzo  (Manzano), presieduta da  Elda Felluga , con il concerto di  Federico Casagrande e Carlo Laurenzi - Le Miroir Magique . L' 8 agosto  alle 21, infine, l'appuntamento, in collaborazione con il Comune di Reana del Rojale è a  Casa Lucis di Ribis  con il  tributo a Pino Daniele di Blues Metropolitano.

Le dichiarazioni

"La ritrovata mobilità – spiega il presidente di Simularte,  Federico Mansutti  – ci ha permesso quest’anno di poter ospitare artisti e pubblico europei riaccendendo la curiosità nella scoperta dei territori, del patrimonio artistico e culturale della regione. Da qui – prosegue – la decisione di chiamare questa edizione col titolo  Rediscovering Europe . La programmazione – conclude Mansutti – prevede dunque una serie di concerti ispirati alla connessione artistica tra l’Italia e l'Europa e gli artisti che si esibiranno saranno locali, nazionali e stranieri." 

"La collaborazione con Simularte – commenta l'assessore alla cultura Fabrizio  Cigolot  – consente di portare in città non solo artisti di qualità e spessore internazionale, ma anche di proporre una rassegna jazzistica fresca e coinvolgente capace di dare spazio ai tanti talenti nati e cresciuti in Friuli e già famosi e apprezzati a livello nazionale e non solo. Se, come amministrazione, dovessi prendere un impegno per i prossimi due anni – conclude – lo farei sicuramente per More Than Jazz, uno degli appuntamenti di punta del cartellone di UdinEstate ."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respiro internazionale per More Than Jazz

UdineToday è in caricamento