rotate-mobile
Pandemia

Monitoraggio Covid in Friuli, i dati dell'ultima settimana

Secondo il rapporto della cabina di regia diffuso dall'Istituto superiore di sanità, l'incidenza di casi Covid ogni centomila abitanti in Fvg è di 306,88. In Italia la media è di 155 casi

Nella settimana che va dal 22 al 28 novembre, la situazione della pandemia in Friuli-Venezia Giulia è peggiorata ulteriormente. I dati dei tre parametri presi in considerazione parlano chiaro: l’incidenza dei casi per 100mila abitanti è arrivata a 306,88, nelle terapie intensive, secondo i dati Agenas aggiornati al 3 dicembre, siamo al 14 per cento, la percentuale di posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-19 si attesta al 22 per cento.

In Italia

Secondo i dati dell'ultimo monitoraggio della cabina di regia diffusi dall'Istituto superiore di sanità, l'incidenza cresce a 155 casi Covid ogni centomila abitanti, contro i 125 di sette giorni fa. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 7,3 per cento, in salita rispetto al 6,2 per cento della scorsa settimana. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 9,1 per cento, contro l'8,1 per cento della scorsa settimana. L'indice di contagio Rt in Italia è a 1,20, contro l'1,23 della scorsa settimana.

I passaggi di zona

In pratica oltre all'incidenza dei casi per 100mila abitanti, sono i parametri relativi all'occupazione delle terapie intensive e dell'area medica a determinare i passaggi di colore per le Regioni.

Si resta in zona bianca se: l'incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive. Qualora si verifichi un'incidenza superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona bianca se si verifica una delle due condizioni successive: il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 15 per cento oppure il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 10 per cento.

Il passaggio in zona gialla prevede che l'incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 ogni 100 mila abi

La zona arancione prevede: incidenza casi oltre 150 per 100 mila abitanti, tasso delle terapie intensive sopra il 20 per cento e contemporaneamente l’area medica sopra il 30 per cento.

Mentre per la zona rossa: incidenza casi oltre 150 per 100 mila abitanti, tasso delle terapie intensive sopra il 30 per cento e contemporaneamente l’area medica sopra il 40 per cento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monitoraggio Covid in Friuli, i dati dell'ultima settimana

UdineToday è in caricamento