Attualità

Rotta balcanica: fermati 112 migranti in Slovenia, la metà respinta in Croazia

Sono 56 le persone che secondo il Dipartimento di polizia di Capodistria sono state riconsegnate alle autorità croate che da lì le rimanderanno nei campi profughi della Bosnia nordoccidentale

Nelle ultime 24 ore gli agenti del Dipartimento di polizia di Capodistria hanno consegnato alle autorità croate 56 migranti giunti in territorio sloveno dalla rotta balcanica. Il numero totale di persone rintracciate tra ieri ed oggi è di 112. Fermati nel comune di Kozina, dei 56 respinti in Croazia quattro sono cittadini afghani, 16 somali, 22 pakistani e quattro eritrei. Sempre a Kozina la polizia ha rintracciato altri due cittadini somali e quattro persone provenienti dall'Afghanistan. In questo caso, secondo quanto riportato dalla polizia slovena, tutti hanno chiesto asilo e sono stati collocati in un centro a Lubiana. Anche sette cittadini pakistani e tre afghani hanno chiesto asilo dopo esser stati fermati nella zona industriale di Kozina. 

Inoltre, cinque cittadini turchi e cinque cittadini pakistani sono stati fermati, rispettivamente a Mlini e a Praproce, e subito consegnati alla polizia croata. Altri 40 migranti sono stati fermati, sempre nella zona di Kozina. La nazionalità è ancora al vaglio della polizia slovena, così come tutte le procedure. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotta balcanica: fermati 112 migranti in Slovenia, la metà respinta in Croazia

UdineToday è in caricamento