rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Mappa ECDC

Tutto il nord Italia diventa rosso scuro

Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte passano al rosso scuro. Nell’Est Europa ‘resiste’ l’Oltenia, unica area verde dell’Unione europea

Semaforo rosso per l’Europa: la nuova mappa del rischio epidemiologico pubblicata dall’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, evidenzia l’avanzata del rosso scuro nella colorazione delle regioni europee. La tonalità che indica il superamento dei 500 contagi ogni 100mila abitanti nelle ultime due settimane comprende ormai l’intero Nord Italia, segnando un peggioramento della situazione in Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Liguria e provincia autonoma di Trento, che si aggiungono a Friuli Venezia Giulia (primo a diventare rosso scuro in Italia), Veneto e provincia di Bolzano.

Le poche regioni italiane che resistono nella zona gialla (meno di 200 contagi ogni 100 mila abitanti) sono invece la Sardegna, la Puglia e il Molise. Le tre regioni sono le uniche fuori dalla zona rossa semplice (che indica tra i 200 e i 499 contagi ogni 100 mila abitanti) e rossa scura nell’Europa occidentale. Spostandosi più ad Est si trovano altre sette regioni a basso rischio. Fanno tutte parte della Romania, l’unico Paese Ue ad aver conservato addirittura una regione verde, quella dell’Oltenia. A rendere più interessante il dato della Romania è il fatto che il Paese sia penultimo in classifica nell’Ue per percentuali di vaccinazione, con appena il 40,1 per cento della popolazione che ha ricevuto le due dosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto il nord Italia diventa rosso scuro

UdineToday è in caricamento