Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

Pollaio colpito dal carro armato: arriva la maglietta celebrativa e pacifista

Ad avere l'idea i ragazzi di Mataran, la rivista satirica ormai diventata famosa in tutta la regione per le sue vignette graffianti: "Per noi è un messaggio pacifista e di disarmo"

Friuli, terra di vigneti, patriarchi e meme. Ormai gli specializzati del settore, in regione, sono tanti e negli ultimi giorni ne abbiamo avuto la prova a seguito del grave episodio del carro armato dell'Esercito italiano che ha sparato contro un pollaio, sul greto del Cellina a Vivaro in provincia di Pordenone. Immediata è stata la reazione dei social, che si sono scatenati con decine di vignette ironiche sull'accaduto che hanno invaso il web e le chat.

A spingersi oltre, e non per ironizzare ma soprattutto per provare a lanciare un messaggio di disarmo, è stata la rivista satirica Mataran, che ha firmato una t-shirt “pacifista” contro l’attacco al pollaio.

La t-shirt, in vendita sullo shop della rivista, riporta l'immagine di una gallina che porta nel becco un ramoscello d'ulivo e la scritta "Make uova not war". Si trova a 21,90 euro ed è disponibile in 19 colori, 8 taglie e nel formato classico o sfiancato. Da quando Mataran ha annunciato la messa in vendita della maglietta gli ordini sono cominciati ad arrivare. Sullo shop, oltre alle t-shirt si trova anche la borsa di tela con lo stesso motivo.

L'immagine della gallina portatrice di pace, che riprende la famosa colomba disegnata da Pablo Picasso del 1961, realizzata per il Congresso del Movimento per la pace a Parigi, è stata ripresa anche dal "Fridays for Future" di Udine e Pordenone che hanno evidentemente colto la forza del messaggio.

fff-2

A prescindere dalla facile ironia che si è scatenata dietro la notizia, è evidente la gravità del fatto sul quale stanno indagando sia la Procura di Pordenone, sia le Forze Armate che hanno reso noto di aver avviato un'indagine interna per fare luce sugli avvenimenti. In una nota ufficiale, lo Stato Maggiore dell'Esercito spiega che "l’attività regolarmente programmata era stata preceduta dalle previste comunicazioni riguardanti lo sgombero dell’area interessata. La Forza Armata, oltre all'inchiesta aperta dalla Procura di Pordenone, ha prontamente avviato un'indagine interna per determinare con esattezza la dinamica dei fatti e garantire la massima collaborazione e trasparenza agli organi inquirenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pollaio colpito dal carro armato: arriva la maglietta celebrativa e pacifista

UdineToday è in caricamento