Cosa sono lis Aganis?

Si tratta di una delle tante leggende della nostra regione che potrebbe derivare dalla mitologia romana

@ Immagine tratta da friulani.net

Lis Aganis sono delle ninfe acquatiche protagoniste di storie e leggende della Carnia, in particolare. Il termine deriva dal latino "aquana" e il mito potrebbe derivare dalle famose ninfe romane, anche se non si esclude una connessione con alcuni elementi delle cultura germanica antica.

Cosa sono

Secondo la leggenda friulana, lis Aganis sono spiriti dei corsi d'acqua, quindi si possono trovare nei fiumi, nei torrenti, nei ruscelli e nelle fonti d'acqua, come nelle grotte. Anche se vengono rappresentate in modi differenti, assumono sempre sembianze femminili. Sempre secondo la leggenda, queste figure, che possono essere delle giovani fanciulle o delle donne anziane, sono visibili nelle notti di luna piena. In queste occasioni, infatti, lis Aganis si riunivano e danzavano in abiti bianchi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protettrici

Lis Aganis, secondo la varie leggende popolari, sono le protettrici dei pescatori e, in diverse occasioni, si prestano ad aiutare gli uomini. Inoltre, venne attribuito loro il potere di far sognare i bambini. Attenzione, però: sempre secondo le diverse leggende, se offese, lis Aganis possono portare sfortuna per tutta la vita! Alcune figure, quindi, sono molto docili, mentre altre sono particolarmente cattive, per cui è meglio starne alla larga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento