Una friulana protagonista del reality americano ambientato sugli yacht di lusso

Lara Flumiani, 32enne di Bordano, da sette anni lavora negli equipaggi degli yacht di lusso ed è stata selezionata per un reality americano che andrà in onda quest'estate

Lara Flumiani a bordo di uno yacht

Lara Flumiani ha 32 anni ed è un'intraprendente ragazza originaria di Bordano. Da quando ne aveva 20, di anni, ha però deciso di lasciare la sua amata terra d'origine per scoprire il mondo, senza dimenticarsi mai delle sue radici. «Da 12 anni ormai vivo all’estero e dopo svariati impieghi, sono ora 7 anni che lavoro nel settore dello yachting». Un cambio di vita radicale, che ha portato Lara a conoscere una realtà completamente diversa da quelle che aveva frequentato e vissuto fino a quel momento. Ed è vivendo in questo mondo bellissimo, ma molto faticoso, che Lara è stata catapultata in quello della tv: quest'estate sarà infatti trasmesso un reality americano, Below Deck Sailing, che racconta la vita di equipaggio sugli yacht.

Chi è Lara

«Sono nata a Gemona del Friuli, dove ho frequentato l’istituto per geometri "Giuseppe Marchetti". Poche settimane dopo essermi diplomata sono  volata a Londra, dove ho vissuto e lavorato per 3 anni. Ho studiato inglese e amministrazione al college e lavorato come segretaria e ‘tuttofare’ per un’azienda top produttrice di gioielli e anelli di fidanzamento». Ma il desiderio di Lara di viaggiare e scoprire nuove cose del mondo l'ha portata a non accontentarsi e a ripartire di nuovo. «Nell'estate 2013, dopo un lungo soggiorno in Costa Azzurra, sono finita a lavorare sugli yacht».

Lo yachting

Con "yachting" si definisce la pratica della navigazione da diporto, sia a motore sia a vela; più specificamente, le attività da diporto (ma anche agonistiche) con le sole imbarcazioni a vela. Chi si trova su queste barche deve avere una grande preparazione ed essere disposto a faticare molto. Non solo per tutte le attività che si svolgono a bordo ma, come nel caso di Lara, anche per la gestione degli ospiti a bordo, con tutte le loro esigenze. Anche e soprattutto per quest'ultimo motivo, il mondo dello yachting è da molti anni al centro di un reality americano molto conosciuto, che si chiama "Below Deck".

Il reality

"Below deck" è un programma di successo e conosciuto molto in tutto il mondo, ormai arrivato alla 13 esima edizione: sette per "Below Deck", che viene solitamente girato negli Stati Uniti, e 5 per "Below Deck Mediterranean", che viene invece girato in acque appunto del mediterraneo. «Lo show è arrivato per caso nella mia vita, passare la sezione non è facile, ma certe volte le cose sono destinate ad essere e capitano nella nostra vita senza che ce ne accorgiamo», ci spiega Lara raccontandoci di come è stata selezionata per prendere parte al reality americano su lussuosi yacht a motore.

image-3-19

La trasmissione

Il programma andrà in onda quest'estate, ma online c'è già un trailer che suggerisce come si svolgeranno le puntate. «Il reality racconta la vita dell’equipaggio sugli yacht e del pazzo mondo del quale fanno parte, fatto di bizzarre richieste da parte di armatori e milionari che noleggiano la parte, intrecci amorosi, litigi...  insomma il mondo della quale assieme a tanti altri ‘yachties’ faccio parte». Un mondo bizzarro ma reale, del quale ormai da sette anni fa parte anche Lara. «Il mondo dello yachting è una mondo a parte. Noi yachties, ovvero le persone dell'equipaggio, siamo pagati per soddisfare le richieste più bizzarre dei milionari che soggiornano a bordo di queste imbarcazioni. Di situazioni bizzarre in questi 7 anni a bordo ne sono successe molte».

cast-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esperienza

«Partecipare al reality lo ammetto, è un duro lavoro. Si lavora parecchio, ma quando si finiscono i charter...si fa festa! Avere la telecamera puntata addosso 24 ore al giorno non è semplice, ma mi ci sono abituata quasi subito! Ho conosciuto tante persone interessanti, professionisti del mondo della televisione e, anche se non posso anticipare quello che succederà negli episodi, posso dire che sono veramente felice di aver fatto questa esperienza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Coronavirus, oltre 500 contagi in regione, 4 morti a Udine

  • Coronavirus, il dettaglio su contagiati, decessi e dove sono i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento