menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Migliaia di esiti diagnostici rimasti ignoti in Fvg": la denuncia del consigliere

Il consigliere regionale Walter Zalukar (Gruppo Misto): "La situazione che sta emergendo riguardo gli esiti dei tamponi, dimenticati per settimane in una sorta di limbo e poi riaffiorati tutti insieme, ha un solo nome: caos"

Tante sono le segnalazioni di disservizi rispetto alla gestione dei tamponi covid in Fvg: "La situazione che sta emergendo riguardo gli esiti dei tamponi, dimenticati per settimane in una sorta di limbo e poi riaffiorati tutti insieme, ha un solo nome: caos".

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Walter Zalukar (Gruppo Misto), aggiungendo che "è semplicemente inconcepibile che siano rimaste ignote per tanti giorni diverse migliaia di test diagnostici, utili per costruire le statistiche epidemiologiche, ma anche e soprattutto per individuare tempestivamente colui che ha il virus, è contagioso e perciò va subito isolato. Inoltre, serve anche a tracciare i contatti per
evitare un'ulteriore diffusione
".

Le conseguenze

"Quali conseguenze ha avuto questo caos di sistema? Quanti positivi non sono stati isolati? Quanti contagi evitabili sono avvenuti? E non trascuriamo l'importanza che tali dati hanno dal punto di vista epidemiologico, perché risultano tra i criteri che determinano il lockdown e, quindi, influiscono sulla vita di centinaia di migliaia di persone", si chiede Zalukar.

"Ciò che è successo non pare irrilevante. Verranno accertate le responsabilità o si farà finta di niente?  Eppure, i comuni cittadini - sottolinea il consigliere - vengono sanzionati con multe pesanti per non aver indossato la mascherina in solitudine nel bosco o per aver bevuto un caffè in strada, ma troppo vicini al bar. Invece, chi si occupa della cosa pubblica sembra poter agire esente da responsabilità, salvo poi tacciare i cittadini di irresponsabilità se le cose vanno male".   

"Credo sia importante risalire alle cause, soprattutto perché dall'analisi degli errori si possano adottare azioni correttive idonee, affinché l'attuale caos sia sostituito da assetti organizzativi efficaci. Per questo motivo - conclude Zalukar - ho presentato un'interrogazione alla Giunta regionale. Inoltre, visto che di solito le risposte dell'Esecutivo non arrivano o arrivano in tempi biblici, ho chiesto di convocare anche la Commissione consiliare competente. I fatti sono gravi e meritano la massima attenzione da parte dei rappresentati eletti dai cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento