I parametri insufficienti che hanno portato il Friuli Venezia Giulia in zona arancione

Indice Rt, diminuita capacità di tracciamento e aumento dei contagi rispetto ai tamponi: sono questi i tre criteri valutati dagli esperti risultati determinanti per la decisione

La decisione del Governo di far diventare il Fvg zona arancione ha sorpreso molti. Ma le valutazioni sono frutto di un incrocio di dati preciso. Quali sono i valori che hanno portato alla decisione? Il primo è l'ormai famoso indice Rt, l'indice di contagio del virus. In Friuli Venezia Giulia è 1,42, tra il secondo livello (fino a 1,25) e il terzo (1,50). Un altro criterio preso in considerazione è l'aumento del contagio: rispetto alla scorsa settimana c'è stato un aumento delle persone positive sul numero dei tamponi effettuati.
L'ultimo parametro che ha fatto scivolare il Fvg in zona arancione è l'attività di tracciamento, che non funziona come dovrebbe: in regione è diminuta la capacità di tracciare i contatti avuti dalle persone contagiate. Questo significa che l'indagine epidemiologica svolta non permette di risalire al 100% dei contatti, esponendo a un'incertezza troppo grande i cittadini regionali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

Torna su
UdineToday è in caricamento