rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
nuove regole

Green Pass, svolta per bus, treni, aerei: cosa cambia

Ecco tutte le cose da sapere: ci sono novità importanti dall'1 aprile sul fronte dei trasporti. Addio al certificato rafforzato

Con la fine dello stato di emergenza, dal primo aprile non sarà più necessario essere in possesso del Green pass per accedere agli autobus del servizio di trasporto pubblico locale. Rimane invece in vigore fino a sabato 30 aprile l'obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina FFP2 a protezione di naso e bocca. Per viaggiare su un treno ad alta velocità sarà necessario ancora il Super Green Pass? No. Tuttavia, ancora ancora per un mese, e cioè dal primo al 30 aprile, a tutti coloro che salgono su mezzi di trasporto nazionali sarà richiesto il Green Pass base. Quindi ai passeggeri di treni, di autobus, navi e traghetti che si spostano da una regione all’altra e di autobus basterà mostrare un Green Pass base con tampone negativo, rapido o molecolare. I viaggiatori dovranno indossare la mascherina Ffp2.

Green Pass e mezzi pubblici: le novità 

Per salire sui mezzi di trasporto pubblico locale non serve nessun certificato. Dal primo aprile decade l’obbligo di Super Green Pass, ovvero il rafforzato che si ottiene da vaccino o guarigione. Ancora per un mese l’unico obbligo che dovranno rispettare i passeggeri è quello di indossare la mascherina Ffp2. Poi si va verso il liberi tutti. Dal 1° maggio, a meno di proroghe, decadrà pure questo obbligo.

Su aerei e treni con il tampone, mentre per bus e metro basta la mascherina. Venerdì coloro che si spostano con i mezzi del trasporto pubblico locale potranno salire a bordo senza mostrare alcun documento. Al netto del fatto che in questi mesi i controlli sono stati sempre più sporadici. Scompare dunque l’obbligo di Green Pass, mentre resta quello di indossare la mascherina Ffp2, su autobus, metropolitane, treni regionali e così via. Resta ancora necessario, invece avere il certificato verde base, che si ottiene anche con il solo tampone, per i viaggi nazionali. E cioè sui treni a lunga percorrenza, sugli aerei, sulle navi, i traghetti e i bus che si spostano tra due regioni diverse.

Cosa cambia per chi non è vaccinato 

Questa è una novità soprattutto per chi non è vaccinato e per chi comunque non è in regola con le somministrazioni, che grazie a un test negativo potrà viaggiare su mezzi sui quali nei mesi scorsi non poteva farlo. Tra un mese, dal primo maggio, decadranno tutte le restrizioni ancora in piedi per gli spostamenti, e per quasi tutti gli altri ambiti della vita quotidiana. La pandemia non è alle spalle, ma inizia la fase di convivenza con il virus. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass, svolta per bus, treni, aerei: cosa cambia

UdineToday è in caricamento