menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fedriga, la zona arancione "non ci lascia tranquilli"

"Ancora oggi si riscontra un forte aumento dei contagi tra la fascia della popolazione 11–24 anni, che rispetto alle altre ondate era stata meno coinvolta"

La regione Friuli Venezia Giulia in arancione "non ci lascia tranquilli. Su questo stiamo cercando di mettere in campo tutte le misure possibili, sia per la situazione contingente sia per l'organizzazione vaccinale, per la quale abbiamo aumentato notevolmente i numeri e per la quale stiamo chiedendo più dosi, fondamentali per velocizzare le operazioni". Lo ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenendo in mattinata all'emittente Radio Punto Zero di Trieste. Per quanto riguarda le scuole, Fedriga ha detto che si nota "ancora oggi un forte aumento dei contagi tra la fascia della popolazione 11–24 anni, che rispetto alle altre ondate era stata meno coinvolta dai contagi. Abbiamo il segnale che anche la popolazione più giovane viene colpita". È la ragione della scelta della "didattica a distanza per medie e superiori. E' chiaro però che se dovesse arrivare la zona rossa rischiamo di dover chiudere, come prevede il Dpcm, anche le scuole di grado più basso", ha concluso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento