rotate-mobile
Attualità

"Friuli Venezia Giallo", Fedriga: "Misure contenute, il dramma sarebbe l'arancione"

Il presidente, considerando l'inevitabilità del provvedimento, si concentra sullo scongiurare ipotesi peggiori

"Non possiamo fare pagare il prezzo di eventuali nuove chiusure ai vaccinati, che hanno difeso se stessi e gli altri, partecipando alla campagna vaccinale". Lo ha detto oggi a Udine il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, commentando la situazione della pandemia in regione.  "Siamo a un passo dalla zona gialla – ha ricordato – e questo è dato dal numero dei ricoveri anche in area medica, molto vicino al 15%. Il Fvg andrà in zona gialla, ma per fortuna questo prevede misure ancora molto contenute. Tuttavia, il passaggio alla zona arancione sarebbe drammatico per l'economia, è una cosa che non possiamo e non dobbiamo permettere. Dunque è chiaro che l'invito che continuo a fare è vaccinarsi, se ancora non lo si è fatto, e a fare la terza dose dopo i sei mesi". Il governatore ha poi ribadito che "chi ha seguito le regole è ben diverso da chi, invece, porta in giro fake news, non vuole partecipare alla campagna vaccinale, racconta fandonie sul vaccino". Secondo Fedriga, "ormai i dati scientifici ne dimostrano l'efficacia, in quanto proteggono noi e le strutture ospedaliere che, altrimenti, rischiano di diventare sovraffollate". 

Moretti (Pd)

“Il Fvg non può permettersi altri stop e chiusure e non è pensabile che cittadini, attività economiche, commerciali e associazioni paghino per l'irresponsabilità di pochi. Chi, tra i partiti di centrodestra, fino a poco tempo fa, per un pugno di voti, ammiccava a novax e nopass, o scendeva in piazza dicendo "aprire tutto", chieda scusa e lavori per evitare la deriva di una situazione che può diventare veramente drammatica". Lo afferma il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Fvg, Diego Moretti commentando l'andamento dei contagi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Friuli Venezia Giallo", Fedriga: "Misure contenute, il dramma sarebbe l'arancione"

UdineToday è in caricamento