Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

Oggi il nuovo Dpcm come le nuove regole per tutta Italia: da lunedì in vigore le norme diverse da regione a regione a seconda della zona, gialla, arancione o rossa

Il nuovo Dpcm con le misure per il contenimento del contagio in tutta Italia è cosa fatta. Se da domenica si pensava che mezza Italia avrebbe cambiato colore, è da sabato che entrano in vigore gran parte delle nuove restrizioni. Ecco cosa succederà.

Oggi, venerdì 15 gennaio, il Ministero della Salute stabilirà, in base ai dati, i "colori" delle regioni. Le soglie di accesso RT scendono a 1 per arancione e a 1,25 per rossa. Ma si va in arancione anche con rischio alto sulla base dei “21 criteri”: questo pare essere il destino del Friuli Venezia Giulia. Le ordinanze del ministro della Salute arriveranno dopo la pubblicazione del nuovo report Iss, oggi venerdì 15 gennaio, e le nuove classificazioni diventerebbero operative dal 17 (per sabato 16 l'ipotesi più probabile è che resti valida l'attuale colorazione).

Che cosa cambia a partire dal 17 gennaio nelle regioni

Sabato 16 gennaio entra in vigore il nuovo decreto: tutte le norme saranno valide fino al 5 marzo. Diverso però il discorso sul divieto di mobilità tra regioni dello Stivale: lo stop al momento viene fissato solo fino al 15 febbraio. Tra un mese si farà il punto della situazione: resta scontato che per motivi urgenti, di salute, lavoro, necessità, ci si può muovere da una regione all'altra, portando con sé l'autocertificazione oppure compilandola insieme alle forze dell'ordine in caso di controllo durante il viaggio.

Nuovo Dpcm 15 gennaio

Secondo il testo della bozza del provvedimento, che deve essere ancora adottato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, viene certificato il rinnovo di tutte le misure già in vigore a partire dal coprifuoco dalle 22 alle 5, le scuole superiori in didattica a distanza al 50% da lunedì (tranne le Regioni, come il Fvg, che hanno deciso di aspettare la fine di gennaio) e l'inasprimento delle soglie per accedere alle zone con restrizioni: con Rt 1 o con un livello di rischio alto o, ancora, con un'incidenza di 50 casi ogni 100mila abitanti e un rischio moderato, si va in arancione, con Rt a 1,25 in rosso.

Ci sono però alcune modifiche rispetto all'impianto legislativo che il governo aveva portato in consiglio dei ministri il 13 gennaio scorso:

Il divieto di spostamento tra le regioni, comprese quelle gialle, sarà in vigore fino al 15 febbraio e non più al 5 marzo;
fino al 5 marzo sarà invece valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici nella regione, se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa; 
sempre fino al 5 marzo sarà possibile spostarsi nelle regioni arancioni dai comuni con una popolazione non superiore ai 5mila abitanti, per una distanza non superiore ai 30 km e mai verso i capoluoghi di provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

UdineToday è in caricamento