Santoro (Pd): saltati i tracciamenti, sindaci in difficoltà nella gestione della pandemia

Per la consigliera regionale i Primi cittadini ricevono spesso dati carenti, in ritardo e non sempre rispondenti alla situazione reale

«Confusione sui dati e mancanza di una vera regia che coordina la massa di informazioni che arrivano in un unico centro, relativi al contrasto dell'emergenza covid. Da quello che sta accadendo sui territori, risulta che i tracciamenti siano saltati, con le relative difficoltà che gli stessi sindaci, i primi a rispondere della salute pubblica nei loro Comuni, stanno riscontrando ormai da tempo». A denunciarlo è la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro a margine dell'interrogazione, discussa oggi in Aula, attraverso la quale l'esponente dem chiedeva un chiarimento relativo al coordinamento sui tracciamenti e registrazione dati sul covid-19.

«I numeri della pandemia in Fvg sono preoccupanti, i ritardi e le sottovalutazioni stanno rendendo più difficile la gestione da parte di chi opera sui territori. I sindaci, in qualità di autorità sanitaria locale, ricevono spesso dati carenti, in ritardo e non sempre rispondenti alla situazione reale. Questo li mette in forte difficoltà nel momento in cui, per conoscere la realtà dei fatti, al fine di intervenire a sostegno dei propri cittadini, per quanto di loro competenza, sono costretti a importanti sforzi che potrebbero essere evitati se il sistema fosse in grado di rispondere e fornire un vero supporto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • La puntata di 4 Ristoranti girata in Carnia visibile in chiaro

Torna su
UdineToday è in caricamento