Ordinanza Covid: Il Pd apprezza l'accordo fra Regioni per evitare altre chiusure

Shaurli: “Tra le priorità c'è quella di dare risposte ai cittadini. Speriamo sia reale e radicale cambio di linea”

Bene l'accordo tra Regioni, perché oggi deve essere chiara a tutti la priorità: evitare altre chiusure, dare risposte ai cittadini, riorganizzare la sanità regionale per affrontare l'emergenza e garantire il diritto alla salute ordinario. Non andare in piazza a cavalcare proteste per un pugno di voti”. E’ il giudizio del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli sulla nuova ordinanza anti-Covid emanata oggi dal presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, d'intesa con i presidenti delle Regioni Veneto ed Emilia Romagna.
Speriamo che oggi ci sia un reale e radicale cambio di linea a partire – precisa Shaurli - dal riconoscimento dei rischi per i cittadini e dell’emergenza che stanno vivendo la Regione e la sua sanità pubblica”. “Quando si fanno finalmente delle scelte non si può accontentare tutti e – aggiunge Shaurli - magari rimangono questioni da limare o migliorare, su cui bisogna impegnarsi nei prossimi giorni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento