Attualità

Coronavirus, i medici dello Snami chiedono "azioni concrete e immediate"

Le aspettative dei rappresentanti sindacali

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata dal Coordinamento Continuità Assistenziale SNAMI FVG, in relazione alla situazione Coronavirus.

La recente diffusione di contagi secondari a COVID-19 nel territorio nazionale non risparmia il Friuli Venezia Giulia: chiediamo pertanto alla Regione e a tutte le Aziende Sanitarie che vengano prese immediatamente le misure necessarie a garantire la dovuta sicurezza anche delle sedi di Continuità Assistenziale (CA, ex Guardia Medica) del territorio.

Visto l’elevato rischio di contagio, al fine di contenere la diffusione del COVID-19, è di fondamentale importanza limitare l’afflusso alle sedi di Continuità Assistenziale, impedendo temporaneamente l'accesso diretto ed indiscriminato degli utenti agli ambulatori, anche laddove presenti e idonei.

A coloro i quali presentino sintomi influenzali si consiglia di non recarsi presso le sedi di Continuità assistenziale, ma di contattare telefonicamente il medico che darà le indicazioni più opportune del caso. Avendo constatato che in molti presidi di Continuità assistenziale non sono presenti dispositivi di protezione individuale (DPI) adeguati e/o in numero sufficiente, richiediamo che questi vengano forniti con urgenza in tutte le sedi nelle quantità necessarie per fronteggiare questa emergenza.

Riteniamo auspicabile inoltre che venga potenziato il numero di ambulanze e personale che lavorano nell’emergenza sanitaria territoriale.
Come Coordinamento di Continuità Assistenziale SNAMI FVG chiediamo di essere messi nelle condizioni di svolgere nel migliore dei modi il nostro servizio ai cittadini e di operare in sicurezza nell'interesse di tutti.

Coordinamento Continuità Assistenziale SNAMI FVG
dr. Riccardo Lucis
dr. Matteo Picerna 
dr. Riccardo Colloca
dr. Kizito Misehe
dr. Sergio Umberto De Marchi
dr.ssa Jennifer Patriarca
dr.ssa Sara Cocetta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i medici dello Snami chiedono "azioni concrete e immediate"

UdineToday è in caricamento