Attualità

Coronavirus, quasi 700 positivi e 17 decessi

Riccardi: "Il Friuli Venezia Giulia ha performance perfettamente in linea con l'intero Paese"

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.502 tamponi molecolari sono stati rilevati 499 (+307) nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,86%. Sono inoltre 3.195 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 193 casi (6,04%). I decessi registrati sono 17 (meno quattro), a cui si aggiungono 10 pregressi di data antecedente il 28 gennaio; i ricoveri nelle terapie intensive sono 63 (+2) mentre quelli in altri reparti scendono a 561(-18). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

Dati complessivi

I decessi complessivamente ammontano a 2.471, con la seguente suddivisione territoriale: 564 a Trieste, 1.196 a Udine, 547 a Pordenone e 164 a Gorizia. I totalmente guariti sono 53.371, i clinicamente guariti salgono a 1.591, mentre le persone in isolamento scendono a 10.556. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 68.613 persone con la seguente suddivisione territoriale: 13.678 a Trieste, 30.334 a Udine, 15.550 a Pordenone, 8.226 a Gorizia e 825 da fuori regione.

Le vaccianazioni

"Con alle spalle le vaccinazioni effettuate nella prima fase della campagna vaccinale anti Covid-19 possiamo senza dubbio affermare che il Friuli Venezia Giulia ha performance perfettamente in linea con l'intero Paese, anche grazie a una gestione prudente delle agende vaccinali che ha permesso di garantire la somministrazione della seconda dose a tutti i vaccinati nei tempi previsti. Ovviamente il numero di dosi somministrabili è influenzato dalla disponibilità di vaccini da parte del Governo attraverso la struttura commissariale guidata da Arcuri". Lo ha sottolineato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che "allo stesso modo le categorie di persone da sottoporre al vaccino sono individuate dal Governo, che fornisce alle Regione indicazioni precise e non derogabili. Siamo quindi in attesa delle nuove regole per le successive fasi e dei vaccini necessari da parte del governo".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quasi 700 positivi e 17 decessi

UdineToday è in caricamento